PROGETTO IULM-laVERDI “NEL CUORE DELLA MUSICA”

Nel cuore della musica
AL VIA IL 6 OTTOBRE IL CICLO DI LEZIONI-CONCERTO CON L’ORCHESTRA SINFONICA DI MILANO GIUSEPPE VERDI
Milano, ottobre 2016 – Giovedì 6 ottobre nell’Auditorium dello IULM Open Space prende il via Nel cuore della musica, un ciclo di lezioni-concerto aperte al pubblico, realizzate in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, per scoprire e lasciarsi emozionare dai grandi maestri della musica classica.

Capire come la musica crea emozioni e emozionarci scoprendo i segreti della musica. È questo il senso dell’iniziativa “Nel cuore della musica” – spiega il Rettore IULM Mario Negri. Insieme a laVerdi vogliamo allargare la platea del pubblico e offrire a tutta la città, tanto agli studenti quanto ai cittadini, un’occasione unica per conoscere alcune tra le più celebri composizioni del repertorio classico. Aprendo le porte dell’Università al territorio, ci uniamo a laVerdi, che persegue quest’obiettivo fin dalla sua fondazione, per favorire e sostenere lo sviluppo della cultura musicale, anche grazie alle emozioni che solo la musica sa regalare.

Ad aprile il ciclo, giovedì 6 ottobre alle ore 18.00, sarà il Maestro Ruben Jais che, oltre a guidare l’Orchestra Verdi, accompagnerà il pubblico alla scoperta della Sinfonia n. 3 in Mi bemolle maggiore op. 55 Eroica di Ludwig van Beethoven.
Si prosegue martedì 18 ottobre, alle ore 18.00, con Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi, eseguite dall’Ensemble laBarocca sotto la direzione di Ruben Jais.
Giovedì 10 novembre, alle ore 18.00 sarà la volta della Sinfonia n. 5 del compositore austriaco Gustav Mahler, con laVerdi guidata da Giuseppe Grazioli.
Il programma del 25 novembre, alle ore 15.00, prevede il poema sinfonico La Moldava di Bedřich Smetana e la serie Danze slave di Antonin Dvořák, con la bacchetta di Jader Bignamini alla guida de laVerdi.
L’ultima delle lezioni-concerto, il 16 dicembre, alle ore 15.00, sarà affidata a John Axelrod che, oltre a dirigere laVerdi, si esibirà al pianoforte sulle note di Rapsodia in Blue di George Gershwin.

Tutti gli eventi si svolgeranno all’Auditorium dello IULM Open Space (edificio IULM 6) in via Carlo Bo 7.

Nel cuore della musica rientra tra le iniziative promosse dall’Università IULM che apre le porte dell’Ateneo per rafforzare il legame con il territorio e la città, favorendo la diffusione del sapere e della cultura quale patrimonio accessibile a tutti.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.
LIBERA UNIVERITÀ DI LINGUE E COMUNICAZIONE IULM

L’Università IULM è comunemente riconosciuta come il polo di eccellenza italiano per la formazione nei settori della Comunicazione, delle Lingue, del Turismo e della Valorizzazione dei beni culturali, ambiti professionali oggi molto ricettivi e particolarmente stimolanti. Forte di una vocazione orientata a integrare preparazione culturale e competenze professionali, l’Ateneo si colloca come punto di incontro tra il mondo accademico e il mercato del lavoro. A tutti gli studenti garantisce una solida preparazione, propone percorsi didattici innovativi, offre servizi all’avanguardia, attiva contatti con il mondo del lavoro e incentiva le esperienze di studio all’estero.
“Sapere, saper essere, saper fare”. È su questi tre cardini che l’Università IULM imposta la propria missione educativa. La sua missione è quella di formare professionisti in grado di affrontare le sfide e cogliere le opportunità che emergono dagli scenari internazionali, ma è anche quella di plasmare uomini e donne consapevoli di sé e del proprio valore.
I risultati sono concreti, come dimostrano i dati del Rapporto Alma Laurea 2015 che vedono gli ex studenti IULM ben inseriti nel mondo del lavoro. A un anno dal conseguimento del titolo, il 54,4% dei laureati triennali IULM è ben inserito nel mondo del lavoro (10 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale) e, a tre anni dalla laurea magistrale, lavora l’88,4% dei nostri ex studenti (forte il distacco dalla media nazionale che si assesta a quota 81,2%). Sul modello dei Campus americani, la sede dell’Università IULM si presenta come un complesso modernissimo, tecnologicamente avanzato e dotato di strutture pensate per dare spazio allo studio ma anche ai momenti di aggregazione. Nel corso degli anni intorno all’edificio centrale sono nati nuovi edifici che ospitano aule, centri di ricerca, laboratori, la libreria universitaria, un ristorante, la residenza studentesca. L’Università IULM ha recentemente ampliato i suoi spazi: oltre all’edificio IULM Open Space (IULM 6), comprendente 2 auditorium ed un’importante spazio espositivo con cui l’Ateneo rafforza la sua vocazione di centro culturale polivalente per la città di Milano, ha anche di recente inaugurato Cascina Moncucco, un importante progetto residenziale di recupero urbano.

FONDAZIONE ORCHESTRA SINFONICA E CORO SINFONICO DI MILANO GIUSEPPE VERDI

Nata nel 1993, laVerdi è oggi una protagonista indiscussa del panorama culturale italiano e non solo. Formata da Vladimir Delman e guidata oggi da Zhan Xian – unica donna in Europa a dirigere una grande orchestra sinfonica stabile – l’Orchestra nacque quando a Milano la musica classica sembrava destinata ad avere nella scena culturale un ruolo sempre più minoritario. I suoi obiettivi sono sempre stati quelli di allargare la platea del pubblico, offrendo l’ascolto della musica classica anche a chi non aveva mai frequentato una sala da concerto e di offrire un servizio culturale e sociale alla Città e al Paese; offrire un’opportunità di lavoro ai giovani musicisti di talento. Obiettivi che sono stati raggiunti, come dimostrano la qualità e la professionalità dei suoi musicisti e dei direttori d’orchestra che si sono succeduti come titolari o ospiti, i 230.000 spettatori che ogni anno assistono agli oltre 250 concerti proposti, un’attività musicale che si svolge ormai per tutti i dodici mesi dell’anno. Un’attività sempre più premiata dai successi di pubblico, dall’apprezzamento della critica, dall’attenzione degli organi d’informazione. La musica è di tutti ed è per tutti, e l’attività dell’Orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi negli anni è stata affiancata dal Coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, oggi diretto da Erina Gambarini, dall’Ensemble laBarocca, dal Coro di Voci Bianche, dall’Orchestra Amatoriale ‘laVerdi per tutti’ e dall’Orchestra Sinfonica Junior, riservata ai ragazzi con meno di 18 anni.
laVerdi oggi è una Casa della musica: una felice intuizione che si è concretizzata, che ha portato frutto e che ha radici ben salde. Una realtà solida con una caratteristica unica fra le istituzioni musicali italiane: la proprietà dell’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, in largo Mahler, realizzato nel 1998 e acquistato nel 2008.
Colonna portante de laVerdi sono i suoi Soci. Anche grazie a essi sono stati possibili i risultati conseguiti. Nuovi soci aggiungeranno ulteriore linfa vitale al progetto avviato oltre vent’anni fa.
Per Expo Milano 2015, laVerdi ha organizzato una stagione speciale di 16 mesi, senza soluzione di continuità, da settembre 2014 a dicembre 2015, con numerosi eventi straordinari, commissioni esclusive e prime assolute.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × quattro =