Ospiti-Bocci-Bonini-Ivone-620x330

Uno spettacolo tra ironia e follia

 In scena Cesare Bocci, Eleonora Ivone e Marco Bonini dal 3 al 15 marzo al Teatro Nino Manfredi di Ostia

Dopo il successo riscosso in tutta Italia, la commedia divertente e romantica approda anche al teatro Manfredi di Ostia, grande entusiasmo per il pubblico presente, che ha potuto apprezzare l’ironia indiscussa dei personaggi che si alternava con la drammaticità ed il romanticismo di un amore disperato. Un testo che porta sicuramente a far riflettere su tematiche attuali, su problematiche reali dove la donna è quasi sempre vittima di persecuzioni e drammi che non sempre hanno un lieto fine.

I tre protagonisti, vivono l’amore con grande intensità, sia che lo cerchino, sia che lo allontanino, alla base dei loro comportamenti è emersala convinzione, che quando si è innamorati, si evidenziano aspetti caratteriali molto amplificati siano essi positivi che negativi. In questo caso l’amore, come sempre rende tutti vulnerabili, svestiti dalla propria corazza,a volte ciechi, oppure eccessivamente sospettosi e aggressivi. “Ospitivede tra i protagonisti Cesare   Bocci nei panni di Leo   scrittore di testi comici, un uomo reduce da un rapporto finito e una vita piena di problemi, che per caso si ritrova a vivere un divertente imprevisto con scambio di persona, che gli permette di fantasticare un´esistenza più interessante. Poi c’è Sara interpretata da Eleonora Ivone che raffigura una donna delusa dall’amore alla ricerca di una soluzione per difendersi dai gesti folli e ossessivi del suo ex. Ed infine Franco irrazionale e pericoloso   interpretato egregiamente da Marco Bonini, lui rappresenta l’uomo fragile e impulsivo che ama solo in modo esasperato e che non sa distinguere la passione dalla molestia. L’amore può rendere tutti vulnerabili, sospettosi e aggressivi, può esasperare i pregi e i difetti delle persone, alterando aspetti caratteriali e generando conflitti che svelano a volte anche un lato decisamente comico di una situazione tragica.

Tutto questo è emerso nella grande interpretazione degli attori che abilmente hanno saputo trasferire ai propri personaggi, momenti che hanno espresso drammaticità e a volte comicità, sentimenti contrastanti a volte esasperati.

Il pubblico incantato, ha potuto apprezzare ed ammirare uno spettacolo che ha divertito ma nello stesso tempo ha rivelato la complessità   di un rapporto di coppia finito, lo scaturire della tragicità delle situazioni dovute alla fine di un amore.Una storia decisamente attuale, oggi più volte ritroviamo quest’argomento nei fatti di cronaca ed è proprio qui in questa “commedia” che si combatte il lato violento e si abbatte   la brutalità che molto spesso e subita dalle donne da parte dei loro ex. L’uomo violento, incapace di essere razionale e psicologicamente labile, viene decisamente denigrato. Grande merito alla regia di Angelo Longoni ed al cast di attori, che ha saputo far apprezzare le tre splendide interpretazioni che decisamente hanno lanciato un messaggio importante, tutto questo per confermare ancora una volta che l’abilità nel divulgare un concetto mediatico rilevante, si firma con la grande bravura.

Gabriella Chiarappa

 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 4 =