RAI CULTURA: TONI SERVILLO A TEATRO. RITRATTO DI UN ATTORE DA OSCAR
Cinque appuntamenti teatrali per riscoprire la grande drammaturgia europea, ma anche il teatro napoletano, in compagnia di un grande attore. Da sabato 7 novembre alle 21.15 su Rai5.

Un viaggio nella storia della drammaturgia europea e nel teatro napoletano di tradizione e contemporaneo, riletto attraverso uno straordinario vissuto artistico e personale, quello di Toni Servillo. Un incontro insieme teatrale e televisivo realizzato da Rai5 che presenta per la prima volta una rassegna monografica dedicata al teatro del grande attore, in onda da sabato 7 novembre in prima serata. Sei sabati e cinque titoli in cui Toni Servillo presta corpo e voce a Marivaux (Le false confidenze), Goldoni (in Trilogia della villeggiatura rappresentata in tutto il mondo), Eduardo (in Sabato, domenica e lunedì con la regia televisiva di Sorrentino) con l’ausilio della compagnia di Teatri Uniti e omaggia con due assoli – Bagatelle Teatrali e Servillo legge Napoli – la bellezza disperata e vivissima della città partenopea da cui ha preso avvio per poi farvi ritorno la sua vocazione teatrale.
Toni Servillo è uno degli attori più noti al pubblico, nazionale ed internazionale. Figura di spicco del teatro napoletano, Servillo ha alle spalle una carriera più che trentennale sulle scene italiane ed un ruolo di primo piano nella fondazione di Teatri Uniti, di cui è oggi direttore artistico. Al suo profilo di uomo di teatro si è da sempre affiancata l’attività di pluripremiato attore cinematografico, diretto, tra gli altri, da Mario Martone e Paolo Sorrentino. Proprio dal sodalizio artistico con quest’ultimo ha preso vita La grande bellezza (2013), pellicola premiata con l’Oscar come miglior film straniero nel 2014.

TONI SERVILLO A TEATRO

Sabato 7 novembre BAGATELLE TEATRALI
Toni Servillo “compone” un collage di ritagli di oltre 15 anni del “suo” teatro: da Rasoi di Enzo Moscato a Tartufo di Molière, da Sconcerto di Marcoaldi-Battistelli a vari recital di poesie. Regia e interpretazione di Toni Servillo.

Sabato 14 novembre LE FALSE CONFIDENZE
L’amore ostacolato dall’interesse e soffocato dalla brama di denaro è l’argomento delle False confidenze in cui i personaggi trattano il matrimonio alla stregua di “un titolo zoppicante in una concitata sessione di Wall Street o di Piazza Affari”. Scritta da Marivaux nel 1737, disarmante nella sua attualità, la commedia – nella traduzione di Cesare Garboli – cattura e diverte con dialoghi semplici e limpidi che celano un sottotesto torbido e ambiguo. Dorante, un giovane dall’animo onesto e generoso ma poverissimo, è perdutamente innamorato della ricca vedova Araminte, promessa ad un conte. Dubois,ex servo di Dorante ora alle dipendenze della donna, decide di aiutare il precedente padrone e dapprima lo fa assumere dalla ricca vedova come segretario, poi, con una serie di stratagemmi, inganni e giochi psicologici, accende l’attrazione l’interesse della donna nei confronti del giovane spasimante. Il piano riesce talmente bene che Araminte finisce per innamorarsi di Dorante, mandare all’aria il suo matrimonio con il conte attirandosi le ire della madre e promettere al suo uomo di renderlo ricco e felice. Con questo spettacolo prosegue la ricerca di Toni Servillo attraverso testi teatrali che mostrano uomini colti nell’intimità della propria vita familiare, nel ruolo di inconsapevoli simulacri della profonda rivoluzione sociale in atto nel momento storico descritto dall’azione.
Regia Toni Servillo con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Andrea Renzi, Mario Scarpetta, Signora, Annamaria Ackermann, Tony Laudadio, Monica Nappo, Francesco Silvestri, Enrico Ianniello
Sabato 21 novembre LA TRILOGIA DELLA VILLEGGIATURA – I PARTE
Sabato 28 novembre LA TRILOGIA DELLA VILLEGGIATURA – II PARTE
Ad oltre sessant’anni dalla regia di Strehler (la Trilogia andò in scena al Piccolo di Milano il 23 novembre 1954), i tre testi Le smanie per la villeggiatura, Le avventure della villeggiatura e Il ritorno dalla villeggiatura, concepiti da Goldoni come un’unica opera, rivivono in uno stesso spettacolo con un originalissimo allestimento che rappresenta un affresco “a puntate” della società settecentesca. Tra i massimi capolavori della maturità goldoniana, La trilogia della villeggiatura è anche una macchina teatrale di eccezionale ampiezza e complessità. Toni Servillo affronta Goldoni e lo confronta con Eduardo De Filippo, autore molto caro e a lungo frequentato dal regista campano. Tanto Goldoni quanto Eduardo pongono al centro della propria esperienza teatrale l’indagine spietata dell’uomo, le cui manchevolezze e miserie costituiscono il tessuto di una classe da sempre latitante nel nostro paese, la borghesia. La Trilogia racconta una vacanza dalla vita che si rivela essere nient’altro che il contenitore di tutto l’orrore, le noie e le isterie della vita stessa.
Regia di Toni Servillo con Toni Servillo, Andrea Renzi, Francesco Paglino, Rocco Giordano, Eva Cambiale, Paolo Graziosi, Tommaso Ragno, Anna Della Rosa, Chiara Baffi, Gigio Morra, Salvatore Cantalupo, Fiorenzo Madonna, Alessandro Errico, Betti Pedrazzi, Mariella Lo Sardo, Giulia Pica, Marco D’Amore

Sabato 5 dicembre SABATO DOMENICA E LUNEDÌ
Regia di Paolo Sorrentino con Toni Servillo e Anna Bonaiuto
La commedia di Eduardo De Filippo, scritta nel 1959, viene riproposta nella versione curata da Toni Servillo nelle vesti di regista teatrale e interprete affiancato da una superba Anna Bonaiuto. Ambientata in una Napoli non più affamata del primo dopoguerra, ma in quella borghese ormai alla vigilia del boom economico, in essa vengono rappresentati tre giorni di tragicommedia domestica che ha per protagonista una grande famiglia in cui convivono tre diverse generazioni. Un banale ragù è al centro del dramma: eppure su questo fragile pretesto Eduardo ha costruito una tragedia dell’incomprensione e della paura della solitudine, delle verità celate e dei terremoti emotivi che sconvolgono in profondità l’esistenza. Lo spettacolo è stato registrato nel 2004 al Teatro Mercadante di Napoli con la regia televisiva di Paolo Sorrentino.

Sabato 12 dicembre SERVILLO LEGGE NAPOLI
Napoli, città dai mille volti e dalle mille contraddizioni nella quale da sempre convivono vitalità e disperazione, prende vita nella voce di Toni Servillo. Un viaggio nelle parole di Napoli, attraverso i testi di Salvatore Di Giacomo, Eduardo de Filippo, Ferdinando Russo, Raffaele Viviani, Mimmo Borrelli, Enzo Moscato, Maurizio De Giovanni, Giuseppe Montesano, Antonio De Curtis, Michele Sovente. Ne emerge una fuga dalle icone più obsolete della napoletanità ed insieme un bisogno perentorio di non rinunciare ad una identità sedimentata da quattro secoli di poesia.
Regia ed interpretazione di Toni Servillo.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =