Rete4: AL VIA LA MINISERIE “ROOTS – RADICI”

Domani, mercoledì 30 maggio, in prima serata, su Retequattro, prende il via la miniserie-evento in quattro puntate “Roots – Radici”.

Il remake dell’omonima produzione passata alla storia della TV quale autentico caso mediatico e sociale per il valore – sempre attuale – dei temi affrontati, torna a parlare di razzismo e di lotta per la conquista della libertà.

Con un budget di 50 milioni di dollari ed un cast stellare – da Malachi Kirby (Doctor WhoBlack Mirror) nei panni di Kunta Kinte, a Forrest Whitaker (L’ultimo Re di Scozia, per cui ha vinto Oscar, BAFTA, Golden Globe, National Board of Review e Screen Actors Guild), Jonathan Rhys Meyers (Match Point), Anna Paquin (Oscar come Miglior attrice non protagonista per Lezioni di piano), Laurence Fishburne (Apocalypse NowMatrix) e James Purefoy (RomaThe FollowingAltered Carbon) -, “Roots” è prodotta, tra gli altri, dal protagonista della fiction originale LeVar Burton e da Questlove, batterista del gruppo hip-hop The Roots (resident band del The Tonight Show condotto da Jimmy Fallon).

La serie che ha dato una nuova lettura alla lotta contro la schiavitù, è stata trasmessa per la prima volta nel 1977 sulla rete americana ABC, riscuotendo un successo sorprendente (nove Emmy, un Golden Globe, un Peabody Award). In Italia, “Radici” è andata in onda nel 1978 su RaiDue, ottenendo una media di 11 milioni di telespettatori.

La versione attuale di “Roots”, negli USA è stata proposta in simulcast su History, Lifetime e A&E Network durante il Memorial Day 2016. In Italia, la serie è una prima visione in chiaro – esclusiva – della rete diretta da Sebastiano Lombardi.

Per “Roots”, molto positivi i giudizi della critica internazionale: secondo il New York Times il remake «tratteggia abilmente la storia per il suo nuovo pubblico, un pubblico che troverebbe lenta e datata la vecchia versione»; per il Washington Post il nuovo Roots è una «saga avvincente, che trae ispirazione da ciò che gli ultimi 40 anni hanno significato per la comprensione della storia del popolo Nero»;Wall Street Journal, infine, ritiene che la miniserie goda di un “realismo magico, frutto di flashback e sogni ricchi di spiritualità».

SINOSSI

Tratta dall’omonimo romanzo di Alex Haley, “Roots” ricostruisce la vicenda di Kunta Kinte, giovane guerriero del Gambia catturato e venduto come schiavo negli Stati Uniti nel 1767. Kunta Kinte cresce nella città gambiana di Juffure: è un ragazzo spensierato e indisciplinato, orgoglioso figlio di un guerriero Mandinka. Il giovane trascorre le giornate nelle praterie di cui è ricco il Paese ed il suo desiderio di evasione dalle regole lo porta a disobbedire costantemente alla famiglia. Ma un giorno, all’età di soli diciassette anni, tutto cambia: aggredito e catturato da un gruppo di schiavisti, Kunta Kinte viene fatto prigioniero e venduto ad un coltivatore del Maryland, in America. Punito costantemente per via del carattere indomito, Kunta Kinte – il cui nome viene subito sostituito con quello di Toby – alla fine è costretto ad accettare la nuova identità e ad arrendersi al volere del padrone. Ma, nonostante tutto, Kunta Kinte non abbandona i sogni di libertà ed i propri valori. Sogni e valori che Kunta Kinte vedrà trionfare nel 1865, anno in cui in tutti gli Stati Uniti d’America viene abolita la schiavitù.

Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me
Pubblicato in Tv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =