Rete 4 || DENIS BERGAMINI, UN COLD CASE RIAPERTO DOPO 28 ANNI: OMICIDIO O SUICIDIO? | “QUARTO GRADO – LA DOMENICA”

DENIS BERGAMINI, UN COLD CASE RIAPERTO DOPO 28 ANNI:

OMICIDIO O SUICIDIO?

 

A “QUARTO GRADO – LA DOMENICA” GIANLUIGI NUZZI SI INTERROGA

SULLA FINE DI UNA DELLE PROMESSE DEL CALCIO ITALIANO

 

  • domenica 19 novembre | ore 20.30

 

Torna “Quarto Grado – La domenica”: la nuova puntata del programma condotto da Gianluigi Nuzzi è in onda il 19 novembre nell’access prime-time di Retequattro.

Questa settimana, il domenicale a cura di Siria Magri ripercorre il cold case di Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza trovato senza vita nel 1989 sull’asfalto della Statale Jonica 106.

 

Per anni, il caso è stato considerato un suicidio. La famiglia, gli amici e i compagni di squadra, però, hanno sempre nutrito forti dubbi sulla ricostruzione degli eventi.

28 anni dopo, una nuova perizia eseguita dai consulenti del gip del Tribunale di Castrovillari dà forza al loro pensiero: il giocatore – una delle promesse del calcio italiano alla fine degli anni Ottanta – sarebbe morto soffocato, forse con una sciarpa di lana, prima di essere investito da un camion.

 

La svolta è arrivata dopo la riapertura dell’inchiesta da parte del Procuratore della località calabrese Eugenio Facciolla: prima era stata disposta la riesumazione della salma, poi le analisi più approfondite – compiute con strumenti non disponibili al momento della morte – hanno aperto la strada a una nuova versione dei fatti. Attualmente sono formalmente indagati l’ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, e Raffaele Pisano, l’autista del camion.

 

Gianluigi Nuzzi, insieme ad ospiti ed esperti in studio e in collegamento, si interroga su questo giallo italiano proponendo documenti, immagini e testimonianze.

Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − undici =