traduzione Edoardo Erba e regia di Ricard Reguant