La  giornalista Roberta Damiata  è stata il 1 Dicembre la protagonista  femminile prescelta  dalla prima edizione di   “Storie di Donne”, evento  italiano sul mondo femminile che, iniziato nel giorno che celebra internazionalmente la violenza femminile lo scorso 25 novembre,  si snodera’ tra Arte, Cultura e Spettacolo fino al prossimo  8 Dicembre; l’attuale  direttrice del magazine a distribuzione nazionale  Eva3000  e ‘ stata  intervistata a Villa Eur a Roma dalla collega  Camilla Nata, ed alla fine  premiata con un prezioso riconoscimento firmato dal Maestro  Scultore Valerio Capoccia, creato appositamente  per questa occasione.
Organizzata dall’Associazione Occhio dell’Arte e dalla sua Presidente Lisa Bernardini  in collaborazione con Hotel Villa Eur, la kermesse  in rosa si prospetta un evento ricorsivo davvero interessante  per spunti culturali di riflessione, per scelte di possibili nuovi protagonisti ed ospiti  e, perche’ no, per  quel tocco di glamour e mondanita’ che rende memorabile qualsiasi appuntamento.
Roberta Damiata ha ideato in  carriera  importanti progetti editorali in un mondo altamente competitivo  e spesso occupato da uomini nelle cariche piu’ alte, ed il suo ruolo direttivo responsabile ottenuto con meriti sul campo  in prestigiose riviste, molte delle quali a sfondo e contenuti femminili, e’ degno di nota. Specializzata in argomenti di costume, gossip, cronaca, e forte dei  ruoli avuti in carriera  con mansioni anche di coordinamento redazionale di svariati magazine, lo staff del premio ha ritenuto di assegnare a lei quest’anno un riconoscimento che potesse sottolineare la sua capacita’ di raccontare tante “storie di donne” in maniera articolata e professionale, attraverso  un talento giornalistico espresso in chiave moderna e con accenti tipici della modernita’ , celebrando  spaccati visivi e concettuali sottesi alla societa’ dell’Immagine e della Comunicazione.
Ad allietare i 300 ospiti intervenuti, anche un intermezzo musicale del violinista RAI Gaspare Maniscalco e, durante la festa che ha seguito  l’intervista e la premiazione, anche un breve reading poetico omaggio alla Donna dalle poesie di Michela Zanarella, con l’ausilio del  regista Giuseppe Lorin e dell’attrice Chiara  Pavoni.
Stratosferica la torta finale dotata di acquario con pesci rossi, che ha festeggiato  in realta’ ben due premiazioni verificatisi nell’albergo romano in zona Eur : immediatamente prima dell’appuntamento con la  Damiata, infatti, ha ricevuto il riconoscimento “Artista e Spettacolo” 2015 del Photofestival “Attraverso le pieghe del  tempo” il cantante Massimo Di Cataldo, che dal canto suo  ha avuto  il giornalista Maurizio Pizzuto come interlocutore  e anche una troupe di RAI 3 come cornice, poiche’  venuta  ad intervistarlo sulla sua ventennale carriera e su questo premio a lui assegnato, firmato sempre dal Maestro Capoccia.
Tra gli ospiti del fashion party della serata, impossibili da citare tutti a causa del loro  massiccio numero, si sono visti  molti protagonisti della politica, della cultura, dell’arte e dello spettacolo: tra questi, il Senatore Antonio Razzi, l’attore Lando Buzzanca, la responsabile dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia Sylvia Irrazabal, il ragazzo prodigio Alessandro La  Cava, l’artista internazionale Monsieur David, il fotografo Andrea Pacanowski,  il Comandante della Fanfara a Cavallo dell’Arma dei Carabinieri Fabio Tassinari, il Direttore d’Orchestra Gerardo Di Lella, la collezionista e storica della Moda Mara Parmegiani, la Principessa Connie Caracciolo, lo stilista Luigi Bruno,  il direttore di doppiaggio Massimo Milazzo, la ballerina Cosetta Turco, Vincenzo Merli della maison Egon von Furstenberg, l’attore Antonio Zequila accompagnato dal collega Pascal Persiano,l’editore giornalista Gio’ Di Giorgio,  il grande truccatore Gennaro Marchese e, per completare un parterre femminile  di tutto rispetto per bellezza,  fascino e simpatia, anche le  attrici Adriana Russo,  Elena Russo, Simona Borioni,  Maria Monse’, Luciana Frazzetto, Imma Piro.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × uno =