Successo annunciato per il Balletto di Milano in tour con l’emozionante produzione liberamente ispirata al celeberrimo romanzo di Lev Tolstoj. Il balletto Anna Karenina è infatti tornato in scena partendo dalla Sardegna dove è stato accolto con grande entusiasmo e nel mese di marzo è atteso anche in Puglia (Lecce, Taranto e Foggia), Lugano, Milano mentre in aprile sarà a Cossato.

La storia è intensa ed avvincente e il coreografo Teet Kask ha voluto creare un lavoro che si incentrasse su Anna e il suo rapporto con la società: una donna che sceglie consapevolmente di ribellarsi alle convenzioni e all’ipocrisia della società, per vivere fino in fondo la sua passione. Il risultato è un balletto estremamente coinvolgente, anche per le stupende musiche di Tchaikovsky scelte per accompagnare ciascuna scena e fonde l’eleganza della danza classica a sensibilità contemporanee. E se da una parte la messinscena di Marco Pesta nel suo complesso – con i bei costumi in stile ma modernizzati e i disegni originali che proiettati sul fondale creano suggestive atmosfere – è estremamente convincente, la grande interpretazione da parte di tutto l’ensamble dall’altra rende lo spettacolo qualcosa di veramente unico. Su tutti Alessia Campidori che nel title-rôle restituisce un perfetto ritratto dell’eroina letteraria. Non interpreta ma “è” Anna, dall’apparire iniziale, elegante ed affascinante che si muove tra la gente del suo mondo, allo smarrimento finale in cui, vittima di sé stessa e in preda alla disperazione, non troverà altra via d’uscita se non il suicidio. Si alterna nel ruolo anche la carismatica Giulia Simontacchi e in sensibile crescita è anche Alessandro Torrielli, superlativo nel ruolo di Vronskij. Il danzatore supera se stesso coniugando ad un’interpretazione passionale ed appassionata grande sicurezza tecnica. Il ruolo di Karenin creato per Alessandro Orlando ne sottolinea le spiccate qualità interpretative e conferma il danzatore tra i migliori del Balletto di Milano. Completano l’eccellente cast Giordana Roberto, Angelica Gismondo e Marta Orsi rispettivamente Kitty, Betty Tverskaya e la balia, Federico Mella nei panni di Yaskin e i solisti Lisa Bottet, Giulia Cella, Germano Trovato, Federico Micello, Ivan Maimone e Davide Pietroniro.
A Lugano il Balletto di Milano avrà l’onore di ospitare due grandi nomi internazionali: il soprano Olga Romanko e il pianista Vovka Ashkenazy. I due artisti regaleranno al pubblico momenti di pura emozione, Romanko interpretando dal vivo l’aria di Onegin e Ashkenazy accompagnando al pianoforte alcuni brani.

Anna Karenina – balletto in due atti su musica di P. I. Tchaikovky
libretto, regia e coreografia Teet Kask – scenografia Marco Pesta
5 marzo: Teatro Politeama, Lecce
6 marzo: Teatro Orfeo, Taranto
7 marzo: Teatro Comunale, Foggia
11 marzo: Palazzo dei Congressi, Lugano . (con la partecipazione straordinaria di V. Ashkenazy e O. Romanko) I due artisti regaleranno momenti di pura emozione, Romanko interpretando dal vivo l’aria di Onegin e Ashkenazy accompagnando al pianoforte alcuni brani.
26 marzo: Teatro di Milano
6 aprile: Teatro Comunale, Cossato

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =