THE OSCARS 2018: Guillermo Del Toro si racconta

Guillermo del Toro Gómez è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e scrittore messicano.

Nella sua carriera di regista, del Toro ha alternato tra opere in lingua spagnola incentrate su temi dark fantasy, come le pellicole gothic La spina del diavolo (2001) e Il labirinto del fauno (2006), per il quale è stato candidato per due premi Oscar come miglior film straniero e migliore sceneggiatura originale, e classici film d’azione americani, come il film supereroistico sui vampiri Blade II (2002), il film supereroistico soprannaturale Hellboy (2004), il suo seguito Hellboy: The Golden Army (2008), e il monster movie fantascientifico Pacific Rim (2013). Il film fantasy La forma dell’acqua – The Shape of Water (2017) ha ricevuto le lodi della critica e ha vinto il Leone d’oro alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, facendo inoltre ricevere a Del Toro due Oscar nelle categorie miglior regista e miglior film e una candidatura come migliore sceneggiatura originale. Del Toro ha ricevuto molti altri riconoscimenti per i suoi lavori da regista, vincendo nella suddetta categoria ai Golden Globe, ai BAFTA e ai Directors Guild of America Awards.

 

Di seguito l’intervista rilasciata nel backstage all’AMPAS:

 

Come possiamo fermare il capro espiatorio del Messico e riaffermare davvero la magnifica cultura?

Penso che ogni volta che possiamo accendere i riflettori del mondo sui temi importanti, lo si può fare attraverso tutte le forme di arte. E’estremamente importante quando lo facciamo per ricordare da dove veniamo, perché stiamo onorando le nostre radici ed il nostro Paese. Ora vado, la mia prossima fermata è a casa di mia madre e mio padre questa settimana. Torno a casa con questi due “bambini”.

Complimenti. Hai parlato con affetto di Fox sul palco, e mi chiedo se sai qualcosa del futuro dello studio? Ne hai parlato con qualcuno a Disney? Ti hanno contattato? Cosa puoi dire a riguardo?

Sto continuando le conversazioni con loro su progetti futuri. E’ fondamentale creare legami con le persone che ti sostengono.

Molto di The Shape of Water è stato fatto a Toronto, in Canada.

Miles e io abbiamo parlato molto seriamente nel creare questo film con i capi dei dipartimenti canadesi. Sono stato lì a lavorare per più di mezzo decennio ininterrottamente e volevamo mostrare il talento delle risorse umane in Canada.

A Toronto, quando abbiamo parlato prima della pubblicazione del film, hai detto che non osi sognare l’Oscar, ma se avessi la possibilità non avresti il ​​coraggio di scrivere un discorso e prepararlo. Quindi la mia domanda è: lo hai fatto? L’hai scritto? Hai pensato di farlo?

L’unica volta in cui ho scritto un discorso era all’inizio, e ho tirato fuori il foglio e non riuscivo a leggerlo e, sai, mi stavano sudando gli occhi. Allora ho iniziato a parlare col cuore. Quindi mi sono detto: “parla solo di quello che senti in quel momento”.

 

 

ENGLISH VERSION

 

CATEGORY: Best Picture
SPEECH BY: Guillermo Del Toro
FILM: “THE SHAPE OF WATER”

 

How do we help you keep that going? How do we stop the scapegoating of Mexico and really reaffirm your unique and magnificent culture?

I think every time we can demonstrate in any forum, be it sports, science, art, culture, anywhere, what we have to bring to the world discourse, to the world conversation, is extremely important, and it’s extremely important when we do it to remember where we’re from, because it’s honoring your roots, honoring your country. Now I’m going ‑‑ my next stop is I’m going to see my mom and my dad this week. I’m going back home with these two ‑‑ with these two babies.

Congratulations. You spoke fondly about Fox Searchlight on stage, and I wonder if you know anything about the studio’s future? Have you talked to anybody at Disney about it? Have they reached out to you? What can you say about that?

As they say here, it’s above my pay rate. Way above my pay rate. But what I know is I’m continuing conversations with them about future projects, you know, and you form bonds with a studio, but you form bonds with individuals, with people that support you. And whatever that I ask for, it goes or stays, you continue creating.

How is this a victory for Hollywood North and the production going on in Canada? So much of this was done in Toronto.

I will let Miles answer that, too. What I will say when we started this, Miles and I, we talked very, very seriously about creating this movie with heads of departments from Canada. We wanted to ‑‑ you know, I’ve been there working for more than half a decade continuously, and I wanted to ‑‑ we wanted to show the talent and showcase the talent of the HODs in Canada and make it something where you don’t go and use a rebate and escape. You know, you go to use the talent, you go to have the artistry, you go to have the complicit creation with everybody there.

In Toronto when we talked before the movie was released, you said that you didn’t dare to dream about the Oscar, but if you had the chance you wouldn’t dare to write a speech and prepare that. So my question is: Did you do it? Did you write it? Did you think about doing it? And what did you have left to say?

The only time I wrote a speech was on the beginning, and I pulled out the paper and I couldn’t read it and, you know, I was sweating into my eyes, and I started just speaking from the heart. So, what I wanted to do ‑‑ what I did here is the same. I thought, you know, I’m going to get there, and if I have a little piece of paper and I count down, it’s horrible because you see the numbers. So just talk about what you’re feeling at that moment.

 

 

All content Copyright 2018 Academy of Motion Picture Arts and Sciences. “Oscar®,” “Oscars®,” “Academy Awards®,” “Academy Award®,” “A.M.P.A.S.®” and “Oscar Night®” are the trademarks, and the ©Oscar® statuette is the registered design mark and copyrighted property, of the Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti fonda Voce Spettacolo nel 2011. Si laurea in Giurisprudenza. In qualità di Attore lavora in fiction televisive, film italiani ed internazionali. Nel 2016 produce TEK, primo cyberpunk western italiano. Nel 2018 produce MIA selezionato da Rai Cinema. E' portavoce italiano del "60th Anniversary of Foreign Language Film" by TheOscars® (2017) e della Notte degli Oscar® di Londra (2018).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − due =