TOTO’ E DAIANA: da un’idea di ANNA ELENA PEPE e MARCO GAMBINO

Totò è un rinomato chef palermitano che da più di 30 anni lavora a Londra come Food Consultant per i più importanti ristoranti italiani della capitale.

Daiana è una ragazza di Ferrara che si è appena trasferita a Londra e per ora fa la parrucchiera da casa. Queste due vite molto diverse si incontrano per caso in un ristorante siciliano, quando Daiana entra all’improvviso. Ha l’urgenza di trovare un televisore per vedere la partita della squadra della sua città, la SPAL, tornata in serie A dopo 50 anni. Totò è concentratissimo a scrivere le sue riflessioni per rinnovare il menù del locale e non ha nessuna voglia di essere disturbato. Nasce un divertente dialogo tra i due, che non si capiscono neanche troppo bene, data la diversa provenienza e i forti accenti regionali.

Daiana esce sorprendentemente vincitrice da questo primo scontro dialettico tra Titani e riesce a vedere la partita, alla quale si aggrega anche Totò, indossando persino la fascetta della SPAL.
È l’inizio di una strana amicizia tra due persone molto diverse, per età, stato sociale e provenienza, unite però dalla sorte di essere italiani all’estero… E dalla Brexit. Tanto per iniziare, Totò e Daiana troveranno un primo punto in comune proprio nei loro nomi.

Entrambi con un’origine molto bizzarra. Mentre il nome di Daiana è stato trascritto in maniera sbagliata dall’impiegata all’anagrafe (che non ha capito la pronuncia inglese ispirata alla Principessa del Galles), Totò ha cambiato nome proprio a seguito del suo grande amore per il calciatore e “star mondiale” Totò Schillaci, nato a Palermo nel palazzo di fronte al suo.

La loro storia prosegue nelle diverse puntate in situazioni comico-grottesche che seguono le varie avventure comuni a tanti italiani all’estero (la ricerca del lavoro, della casa, il difficile rapporto con il nuovo paese e i suoi abitanti ecc..) e saranno ambientate sia all’interno della casa dei protagonisti, che per necessità diventeranno coinquilini, sia nella varietà degli esterni che Londra
offre. Totò involontariamente si trasforma nel “Pigmalione” di Daiana e la aiuta a inserirsi nella nuova città e nella nuova vita. Grazie a Daiana, anche lui comincia a vedere il mondo con occhi
diversi e a riacquistare un po’ dell’entusiasmo perso dopo tanti anni di vita da immigrato.

Anna Elena Pepe è un’attrice e autrice bilingue Italiano-Inglese. È nata a Ferrara e vive a Londra da dieci anni. Ha studiato recitazione alla Guildhall School e ha proseguito gli studi con un master in scrittura creativa diretto da Paul Thomson, Head of Screenwriting alla Tisch School of the Arts di New York. Come attrice lavora attivamente in teatro sia in Italia che in Inghilterra.
Al cinema è stata diretta tra gli altri da Pupi Avati (in “Un viaggio di Cento Anni”), da Richard Blanshard (Emmy Award Winner , “I love you”) e Johan Nijenhuis (Dutch Awards Winner “The Tuscan Wedding”). E’ la protagonista della serie TV “It’s not you” (Sky UK). Come sceneggiatrice ha diversi progetti in produzione e sviluppo.

Il primo elemento di novità del progetto è il fatto di toccare il mondo degli italiani a Londra, in un momento delicato come quello della Brexit, attraverso le avventure di due personaggi di generazioni e di estrazione sociale molto diverse, che probabilmente non avrebbero creato un legame di amicizia se non si fossero trovate in un paese straniero in una condizione di solitudine.
La serie, inoltre, parla del calcio e dei suoi miti attraverso due persone non esperte e neanche particolarmente informate; ma che del calcio hanno fatto, per ragioni diverse, una parte importante
della loro vita. La diversa provenienza regionale dei due protagonisti, sempre presente (attraverso i loro dialetti, le loro abitudini, l’amore per le loro città d’origine), contribuisce a rendere qualsiasi scambio/ situazione divertente e vivace.

Produttivamente la serie si inserisce sulla scia di altri progetti satirici di sketch web di grande successo che usano personaggi fortemente caratterizzati come quelli Saturday Night Live, ma in
chiave molto più “pizza e mandolino”, con riferimenti italiani come la satira di “Mai dire Gol” o i film di Checco Zalone. Si utilizzeranno location semplici e principalmente solo due personaggi, che potranno però interagire con guest star (famose e non). Il progetto ha un grande potenziale a livello di social media marketing, dato che molte persone potranno identificarsi con i
nostri protagonisti. Tifosi e non, espatriati e non, Totò e Daiana rappresentano infatti qualsiasi persona che, a tentoni, in modo un po’ maldestro e buffo, cerca il proprio posto nel mondo. Un posto che si rivela molto diverso da quello che aveva immaginato.

Marco Gambino, è nato a Palermo e risiede a Londra da oltre vent’anni. Attore poliedrico, spazia dal cinema, alla televisione, al teatro. Marco ha lavorato in cinema e televisione con vari registi
fra i quali Giacomo Campiotti, Tom Tickwer, Alexis Sweet, Tony Maylam. In teatro è protagonista di diversi monologhi recitati in più lingue fra i quali Parole d’onore/ Words of Honour di Attilio Bolzoni e Marco Gambino, La colpa di Otello/ Othello’s guilt di Roberto Cavosi. La passione per la musica classica lo porta a collaborare con diversi musicisti di fama internazionale fra i quali il violinista statunitense Gil Morgestern e più recentemente il pianista brasiliano Marcelo Bratke.

Le sceneggiature delle varie puntate sono scritte in collaborazione con Ciccio Bozzi, palermitano d’origine e autore dei programmi radio e televisivi di Fiorello da più di vent’anni.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + 13 =