VENEZIA77: I PROGETTI PER IL VENICE GAP-FINANCING MARKET

La settima edizione del Venice Gap-Financing Market (4 – 6 settembre 2019), organizzato nell’ambito del Venice Production Bridge, sarà nuovamente il luogo nel quale, durante la 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, una selezione di progetti europei ed internazionali potranno completare il loro finanziamento attraverso incontri one-to-one conprofessionisti internazionali.

Durante le tre giornate del Venice Gap-Financing Market verranno presentati 52 progetti,provenienti da tutto il mondo, nelle ultime fasi di sviluppo e finanziamento. Sono stati ricevuti più  di 270 progetti ricevuti provenienti  da tutto il mondo e la selezione riflette la grande diversità di stili, background, contenuti, punti di vista  e budget dei progetti candidati.

I progetti selezionati sono divisi come segue:

·       28 progetti di lungometraggi di finzione e documentari

·       12 progetti di Virtual Reality Storie Immersive

·       13 progetti Biennale College – Realtà Virtuale

·       3 progetti Biennale College – Cinema

Il Venice Gap-Financing Market organizzerà degli incontri one-to-one tra i team (composti da produttore  e regista) dei 52 progetti e i professionisti con potere decisionale (produttori, finanziatori privati e pubblici, banche, distributori, agenti di vendita, televisioni, piattaforme web e video, istituzioni, società di post-produzione…).

Il Book of Projects, contenente informazioni dettagliate su ciascun progetto, sarà inviato via email ai professionisti dell’ industria cinematografica, al fine di dare loro la possibilità di organizzare degli incontri one-to-one su misura di 30 minuti con i produttori dei progetti selezionati attraverso il sito del Venice Production Bridge (veniceproductionbridge.org).


Grazie al sito del Venice Production Bridge, infatti,  il VPB Office potrà supportare i team e i professionisti accreditati nell’organizzazione degli incontri.

28 PROGETTI DI FILM E DOCUMENTARI SELEZIONATI

– Film di Finzione: 22 lungometraggi (17 europei e 5 internazionali) di finzione che devono completare il pacchetto finanziario con quote minoritarie di co-produzione, e che hanno già il 70% dei finanziamenti assicurati.

– Documentari: 6 ( tutti europei) documentari narrativi o creativi (che soddisfano le medesime condizioni dei film di finzione sopra citate).

1.     A GIRL’S ROOM (Francia, Finlandia, Germania) di Aino Suni, Adastra Films

2.     A BEAUTIFUL IMPERFECTION (Paesi Bassi, Italia, Belgio, Regno Unito) di Michiel van Erp e Erwin Olaf, Kaap Holland Film

3.     A PICTURE BOOK (Giappone, Germania) di Tomoko Kana, Horizon Features Co., Ltd.

4.     AMATE SPONDE doc (Italia) di Egidio Eronico, EiE Film

5.     BOUAZIZI (Francia, Germania) di Lofty Nathan, Cinenovo

6.     BROTHER (Canada) di Clement Virgo, Conquering Lion Pictures

7.     CAPTAIN VOLKONOGOV  ESCAPED (Russia) di Natasha Merkulova, Lookfilm Studio

8.     CONVENIENCE STORE (Russia) di Michael Borodin, Metrafilms Llc

9.     THE FAUN (Romania, Francia) di Augusto Zanovello, Aparte

10.  IL LEGIONARIO (Italia, Francia) di Hleb Papou, Clemart

11.  IRIS (Cipro, Grecia, Francia, Germania) di Myrsini Aristidou, The Living

12.  JEUX SANS FRONTIERES (Romania) di Andrei Cretulescu, Digital Cube

13.  LA GUARDIA (Italia, Germania) di Giulio Ricciarelli, La Sarraz Pictures

14.  L’ETÀ DELL’INNOCENZA (Italia, Svizzera) di Enrico Maisto, Start, Ventura Film

15.  MEDUSA (Brasile) di Anita Rocha da Silveira, Bananeira Filmes

16.  MEURSAULT CONTRE ENQUETE (Algeria, Francia) di Malek Bensmaïl, Hikayet Films

17.  MISTER (Francia) di Emily Atef, Eaux Vives Productions

18.  OCCUPIED CITY doc (Paesi Bassi, Regno Unito) di Steve McQueen, Family Affair Films

19.  PICCOLO CORPO (Italia) di Laura Samani, Nefertiti Film

20.  RUNNER (USA, Germania, Francia) di Marian Mathias, Killjoy Films

21.  SHIRIN EBADI: UNTIL WE ARE FREE doc (Paesi Bassi, Spagna) di Dawn Gifford Engle, Stichting PeaceJam Europe

22.  SUMMERLIGHT AND THEN COMES THE NIGHT (Islanda) di Elfar Adalsteins, Berserk Films, Compass Films

23.  SUPERNOVA (Messico, Argentina) di Natalia López, Amondo Cine, Lobo en medio de Lobos

24.  SWEET DREAMS (Paessi Bassi, Belgio) di Ena Sendijarevic, Lemming Film

25.  THE THINGS YOU KILL (Francia , Canada, Iran) di Alireza Khatami, Fulgurance

26.  TRANSAMAZONIA (Francia, Germania , Svezia) di Pia Marais, Cinéma Defacto

27.  WHY WE FIGHT doc (Belgio, Germania) di Alain Platel and Mirjam Devriendt, Cassette for Timescapes

28.  WIR WAREN KUMPEL doc (Svizzera, Germania) di Christian Johanns Koch and Jonas Matauschek, CognitoFilms Ltd.

12 PROGETTI VIRTUAL REALITY STORIE IMMERSIVE

12 progetti di VR Storie Immersive (10 europei e 2 internazionali), che includono film di finzione, documentari, film animati e altre esperienze di installazioni interattive. I progetti sono sia storie originali che adattamenti. Tutti i progetti hanno il  30% del proprio budget garantito.

1.     ALONE AT NIGHT (Finlanda)di  Hanna Västinsalo, Handle Productions Oy

2.     BANKSY: THE WALLED OFF HOTEL VR (Germania, Palestina, Paesi Bassi)di Amer Shomali, K5 Factory GmbH

3.     BIRDIE LONG GONE (Francia, Belgio)di Samuel Lepoil, Tamanoir Immersive Studio, Demute Studio

4.     GULLI’VR (Francia) di Michaël Bolufer, La Générale de Production

5.     LET GO (Francia, Australia, Belgio, Svizzera) di Michael Beets, Les Produits Frais

6.     NÉPHÉLÉ (Francia) di Alexandre Perez, Floréal Films

7.     NIGHT SHIFT (Sudan, Sud Africa) by Abdalsalam Alhaj, Electric South

8.     PROJECT DASTAAN: CHILD OF EMPIRE (Regno Unito, India) di Erfan Saadati, Project Dastaan

9.     TANGIBLE UTOPIAS (Romania) di Ioana Mischie, Storyscapes, Studioset

10.  THE GARDEN (Francia) by David Barlow-Krelina, Red Corner, ED Film

11.  THE GREATEST WAIT. AFTER THE LAST SKY. (Francia, Canada) by Razan Alsalah, Ida.Ida

12.  THE SICK ROSE (Taiwan) by Tang Chi-Chung, HTC Vive Originals

12 PROGETTI BIENNALE COLLEGE – VIRTUAL REALITY

11 progetti sviluppati durante il workshop di Biennale College Cinema VR, quarta edizione, e un progetto della terza edizione, che si trovano in diverse fasi di sviluppo, dalla pre-produzione alla  post-produzione.

  1. A VOCAL LANDSCAPE (Danimarca, Iran)di Omid Zarei, Bullitt Films, Rawmantik Pictures
  2. CHROMA 11 (Hong Kong) di Tsui Shan Tsang , River Vision Production
  3. DANCING LETTERS (Polonia) di Anna Zoll, Udyssey Creative Technologies
  4. JAMIE & JAMIE (Ungheria) di Fanni Fazakas, OCG
  5. NOWHERE LEFT TO GO (USA, Spagna) di Patricia Echeverria Liras, Lightshed Llc
  6. MONO (Italia) di Chiara Troisi, Epica Film
  7. PUPPET TROUBLE (USA, Brasile) di Lucas Rizzotto, Thought Co.
  8. THE PUB (Regno Unito) di Duane HopkinsOslo Pictures 
  9. THE WOLF AND THE LAMB (Norvegia)di Emanuel Nordrum , Varino Creative
  10. TICKET TO NOWHERE (Danimarca)di David Wedel, Mannd
  11. TOUCHED (Danimarca, Slovacchia, Germania)di Emilia Ondriasova e Sara Lisa Vogl  (Makropol)

dalla terza edizone:

1.     OPEN THE DOOR TO THE 20TH CENTURY: THE SCITOVSKY VILLA (Regno Unito, Ungheria) diZsolt Magyari, Stellar Circus

PROGETTI BIENNALE COLLEGE CINEMA

3 progetti sviluppati durante il primo workshop della 8. edizione di Biennale College Cinema, e che hanno raggiunto diverse fasi di sviluppo e pre-produzione.

  1. BABADO (Brasile, Portogallo)di Camila Freitas eJoão Vieira Torres, Primeira Idade
  2. GOOD DEAL (Cina) di Shen Di, Spire Media
  3. THE PLANT UNDER THE WILD LAND (Brazil) by Diego Zon, De Repente o Rio
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 5 =