Ultime Notizie

Un disastro senza precedenti. È così che è stato definito il gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, in Sardegna, riducendo in cenere oltre 20 mila ettari di territorio.
«Quasi 2 mila gli sfollati e ancora indefinibile il numero degli animali uccisi dalle fiamme: migliaia di cavalli, pecore, uccelli ma anche animali domestici come cani e gatti non hanno avuto via di fuga, arsi vivi o soffocati dal fumo che hanno respirato» sottolinea Niccolò Sovicoceo, ideatore e co-fondatore di Ener2Crowd.com, scelto da Forbes come uno dei 30 talenti globali under-30 del 2020.
E ancora incendi in Sicilia dove ormai da giorni si registrano alte temperature e venti che alimentano le fiamme. Il presidente della Regione —per scongiurare pericoli ulteriori come quelli per i gravi incendi dei giorni scorsi in Sardegna— ha diramato lo stato d’allerta.
Anche il Lazio non si salva: un vasto incendio sta interessando il Passo della Sentinella, prima del vecchio faro di Fiumicino, nella città metropolitana di Roma Capitale. Mentre —a seguito dell’alluvione che ha devastato entrambe le sponde del ramo di Como— un fiume di acqua e fango invade ancora oggi il centro di Cernobbio: i torrenti ingrossati hanno trascinato a valle tonnellate di materiali ora davanti agli occhi di residenti e turisti.
«La devastazione è ovunque e il problema è globale. Bisogna intervenire subito per prevenire piuttosto che “curare” e salvare così il futuro delle prossime generazioni» sostiene Giorgio Mottironicso e co-fondatore di Ener2Crowd.com nonché chief analyst del GreenVestingForum.it.
«Bisogna agire in massa contro il climate change, non ci rimane molto tempo per combatterlo» ribadisce Mottironi.
I movimenti nati in tal senso si stanno espandendo a macchia d’olio con lo scopo di portare la crisi climatica e le possibili soluzioni all’attenzione di tutti i cittadini del mondo e dei governi.
«Certo il problema è globale, ma anche l’Italia può fare la sua parte. Le tecnologie green e la partecipazione del crowd possono arrestare il cambiamento climatico» propone Niccolò Sovico.
«Il nostro Paese—prosegue il ceo ed ideatore di Ener2Crowd.com— può fare tanto nel campo della transizione energetica e sostenibile: ne ha le conoscenze, le competenze e le tecnologie esecutive».
La piattaforma, per dare un ulteriore segnale in tale direzione, ha deciso —dopo la vittoria dell’Italia agli Europei— di compensare tutte le emissioni di CO2 causate dalle trasferte aeree della Nazionale Italiana di Calcio, pari a circa 93 mila tonnellate, piantando immediatamente 3.107 alberi nel proprio programma di riforestazione “Il Bosco dell’Energia” portata avanti con il partner TreeNation. 
Grazie a questa e a molte altre iniziative, Ener2Crowd.com è diventata rapidamente lo strumento per risolvere uno dei più grandi temi che oggi affliggono le persone e l’economia: il climate change.
Ma è necessario un maggiore impegno del crowddella gente, ed agire così in massa. «Tu cosa stai facendo per combattere il climate change? Investi nel tuo futuro!» è il claim della piattaforma di lending crowdfunding che è la prima a dedicarsi esclusivamente alla sostenibilità ambientale e alle rinnovabili.
Il “crowd” può incoraggiare il mercato spingendolo verso nuovi tipi di strumenti, tra i quali il più innovativo il lending crowdfunding ambientale ed energetico. L’idea di Ener2Crowd.com è quella di convincere quella massa critica di risparmiatori che da sempre puntano sugli investimenti più sicuri possibili —che una volta immobili e titoli di Stato— oggi in fuga dai prodotti finanziari dai rendimenti irrisori e non più solidi come un tempo.
Con un’attenzione orientata in primo luogo al climate change e ai temi della sostenibilità ambientale i progetti Ener2Crowd.com consentono alle persone di rendersi protagoniste e fautrici della transizione energetica investendo in progetti 100% ascrivibili all’area energie rinnovabili, efficienza energetica, riqualificazione del patrimonio immobiliare (Ecobonus) e ad iniziative di circolarità e di sostenibilità ambientale.
Ener2Crowd.com si candida così ad essere un volano per la lotta al cambiamento climatico e nel contempo un canale veloce ed accurato per le aziende che abbiano urgente bisogno di accedere a nuova liquidità.
«Crediamo fermamente nel valore che la finanza alternativa verde può portare alle persone, alle imprese ed alla società. Per le aziende abbiamo messo in campo tutte le iniziative possibili per aiutarle a superare l’emergenza, anche grazie all’appetito degli investitori per prodotti in grado di combattere il climate change, senza però rinunciare ad un ottimo ritorno economico, potendo realizzare fino ad un 8% annuo di rendimento» mette in rilievo il ceo, ideatore e co-fondatore di Ener2Crowd.com.
Le aziende, anche quelle più piccole, possono oggi trasformare in modo sostenibile il loro modello di produzione e rilanciare la loro competitività, ma hanno enormi difficoltà di accesso al credito tradizionale per questioni troppo spesso di natura burocratica. Il lending crowdfunding di Ener2Crowd.com è una risorsa che può garantire loro in tempi brevissimi la liquidità “ecologica” di cui hanno bisogno. (AJ-Com.Net)

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + sedici =