Ultime Notizie

“Odiavo essere famosa. Odiavo essere una star. Ma ora ho trovato un modo per amare me stessa”. Così Lady Gaga si racconta in una recente intervista. La grande popstar, oggi – 28 marzo – spegne 35 candeline, e nonostante la fama, i tanti riconoscimenti internazionali, non dimentica mai i momenti difficili del passato, caratterizzati anche da atti di bullismo. Questa festa di compleanno si tinge anche un po’ di bianco-rosso e verde per la cantante-attrice visto che si trova in Italia per ultimare le riprese del film “House of Gucci” di Ridley Scott (al fianco di Adam Driver), tratto dal libro “A Sensational Story of Murder, Madness, Glamour, and Greed” di Sara Gay Forden. Pellicola che racconta della prestigiosa casa di moda, passando per l’uccisione del suo presidente Maurizio Gucci che avvenne il 27 marzo del 1995 per mano di un killer mentre stava andando nel suo studio in via Palestro a Milano. Per il suo omicidio viene condanna l’ex moglie Patrizia Reggiani (interpretata dalla cantante-attrice), accusata di aver pagato un sicario e diversi intermediari.

Lady gaga ha debuttato nel 2008 con l’album “The Fame”, incluso dalla rivista Rolling Stone tra i 100 migliori album di debutto della storia; da esso sono stati estratti vari singoli, tra cui “Just Dance” e “Poker Face”, di grande successo mondiale. A “The Fame” ha fatto seguito nel 2009 l’EP “The Fame Monster”, dal quale sono stati estratti i singoli “Bad Romance”, “Telephone” e “Alejandro”. Il secondo album in studio della cantante, “Born This Way”, pubblicato nel 2011, ha raggiunto il primo posto negli Stati Uniti d’America e in altri venti stati; il singolo omonimo fu inoltre il più veloce della storia nelle vendite su iTunes con oltre un milione di copie vendute in cinque giorni. Anche i successivi album in studio “Artpop” (2013), “Cheek to Cheek ” (2014, con Tony Bennett) e “Joanne” (2016), insieme alla colonna sonora “A Star Is Born Soundtrack”, hanno raggiunto la vetta della Billboard 200. Il suo sesto album in studio, “Chromatica”, uscito nel 2020, ha segnato il ritorno della cantante alle sonorità dance pop degli esordi ed è stato promosso da tre singoli, tra cui “Rain on Me” con Ariana Grande, che ha debuttato direttamente in vetta nella Billboard Hot 100, donando a Lady Gaga una numero uno in tre decenni differenti (2000, 2010 e 2020). Tale album è diventato il sesto consecutivo dell’artista a debuttare in vetta alla Billboard 200, rendendola la cantante più veloce nella storia a riuscirci, in 9 anni e 2 giorni.

Cinema
Lady Gaga ha partecipato anche a diverse pellicole. “Men in Black 3”, regia di Barry Sonnenfeld (2012) – cameo, non accreditata; “Machete Kills”, regia di Robert Rodriguez (2013); “Muppets 2 – Ricercati” (Muppets Most Wanted), regia di James Bobin (2014); “Sin City – Una donna per cui uccidere” (Sin City: A Dame to Kill For), regia di Robert Rodriguez e Frank Miller (2014) e infine “A Star Is Born”, regia di Bradley Cooper (2018).

Televisione
Un’artista a 360° la grande popstar che ha preso parte a diverse puntate di alcune serie tv: “I Soprano (The Sopranos); “The Hills”; “Gossip Girl”; “American Horror Story”. 

Premi e riconoscimenti
Durante la sua carriera ha vinto vari premi, tra cui un Premio Oscar per la migliore canzone per il brano “Shallow”, due Golden Globe, dodici Grammy Award, tre Brit Award e un Premio Bafta alla migliore colonna sonora (prima artista donna a riceverlo); ha inoltre ricevuto due ulteriori candidature al Premio Oscar: una nella sezione migliore canzone per “Til It Happens to You” e un’altra nella sezione miglior attrice protagonista per la sua performance in “A Star is Born”.

Moda
Lady Gaga è nota per il suo stile estroso ed originale che le ha fatto spesso guadagnare l’attenzione dei media e per il quale è stata paragonata alle icone inglesi della moda Leigh Bowery e Isabella Blow e all’artista statunitense Cher. L’adorazione della moda proviene dalla madre, che ha dichiarato essere sempre “molto ben tenuta e bella” e dal defunto designer britannico Alexander McQueen, suo grande amico, che a detta dell’artista, le manca ogni volta che si veste. Lady Gaga ha debuttato come modella in occasione del salone di Thierry Mugler a Parigi nel marzo 2011 dove ha indossato gli articoli della collezione d’abbigliamento di Nicola Formichetti (suo ex consulente di moda). Ha poi sfilato nuovamente sulla passerella alla sfilata autunno/inverno 2017 di Marc Jacobs. Nel giugno del 2011 Lady Gaga è stata premiata dal Council of Fashion Designers of America con il Fashion Icon Award, premio che riconosce uno status da icona nella moda, diventando la prima cantante femminile a ricevere tale onorificenza. La cantante è molto amica di Giorgio Armani, che ha disegnato numerosi suoi vestiti, tra i quali alcuni per il “Born This Way Ball”, e di Donatella Versace, con la quale ha collaborato al “Born This Way Ball” e all’ArtRave: The Artpop Ball e alla quale ha anche dedicato il brano Donatella, contenuta in Artpop. Armani ha dichiarato che collaborare con Lady Gaga è “ogni volta un’esperienza nuova” e che “gli piace la sua capacità di usare la moda come elemento scenico per costruire il suo personaggio”.

20 gennaio 20121 esegue inno nazionale per insediamento Biden
Accompagnata dalla banda dei Marine, Lady Gaga esegue l’inno nazionale per l’insediamento di Biden. Indimenticabile il look: una lunga e larga gonna rossa a campana e una maglia nera con un’enorme colomba dorata, per l’occasione la cantante ha scelto una pettinatura con treccia che ricorda quella della principessa Leila di Star Wars. L’interpretazione gli è valsa una standing ovation social.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − otto =