Ultime Notizie

Di Vito “Nik H” Nicoletti

Ciao Federica! È un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Ciao Vito! Grazie per la piacevole proposta, è un piacere essere qui. Da bambina. Quindi ora?! (n.d.r. sorride). Da bambina ancora non avevo ben chiaro cosa veramente volessi fare… ero in continuo cambiamento. Ero attratta da molte cose in quanto io, per indole, sono super curiosa e ogni nuova scoperta mi appassionava. Difficilmente il sogno era solo uno, erano tanti, forse anche troppi e quello che ricordo in modo vivido è la veterinaria.

Chi è Federica Pierpaoli?

Federica è una ragazza di 33 anni, testarda e risolutiva, non a caso sono un capricorno puro. Una ragazza con i piedi ben piantati a terra, una buon’ascoltatrice e, perché no, anche simpatica. Sono una quasi maniaca dall’organizzazione, non potrei svegliarmi la mattina e non saper precisamente cosa dover fare durante tutto l’arco della giornata. Sono una fotografa, appassionata soprattutto di ritrattistica anche se, a volte, mi piace dire che “faccio tante cose” perché ogni volta mi capita di misurarmi sempre in nuovi progetti e/o proposte di lavoro. Credo che non si debba limitarsi, dobbiamo prendere queste occasioni come possibilità di crescita dal punto di vista sia professionale che personale.

Federica fotografa, è stata una tua scelta oppure il destino lo ha deciso per te?

Credo che siano stati una serie di fattori a far si che diventasse destino. Mio padre scattava con una Olympus analogica (regalo di mia nonna), oggi un vintage vero e puro super funzionante, che ho ricevuto in dono dopo anni di battibecchi. Ma tornando a noi, a 13 anni ho ricevuto, come regalo di compleanno, la mia prima macchinetta, avendo talmente torturato i miei genitori che, alla fine, hanno ceduto anche se increduli su cosa io dovessi farci. La verità era che, per la prima volta dopo anni, ero riuscita ad organizzare la festa per il mio compleanno. Essendo nata il 23 dicembre, prima della vigilia, mi toccava sempre festeggialo o in anticipo o dopo la fine delle vacanze natalizie. Non so cosa sia successo quell’anno ma il 23 dicembre c’erano tutti i miei compagni ed io volevo immortalare quel ricordo per me davvero emozionante. Se ci pensi, la fotografia non è altro che questo: un ricordo impresso per sempre. Confesso che, ogni tanto, riguardo quelle foto perché proprio lì che poi è partito il tutto.

Attraverso la fotografia si può raccontare la vita?

Si possono raccontare tante cose perchè la vita è stracolma di attimi, momenti belli, a volte purtroppo anche tristi e spiacevoli. Sta a noi saper trovare la chiave giusta per esprimere al meglio un concetto. La comunicazione, in questo lavoro, è tutto e basta sbagliare i tempi facendo percepire fischi per fiaschi.

In ogni tua foto c’è sempre un po’ del tuo cuore?

Dipende da cosa si scatta. Se mi capita un servizio più istituzionale ci vogliono attenzioni diverse, se mi capita di immortalare altri momenti come un matrimonio, un premaman, un servizio family o di coppia, sicuramente voglio che venga raccontato in modo puro e spontaneo e non posso che metterci il cuore, lasciandomi travolgere dagli eventi che si prostrano davanti a me.

Se dico “Beyond The Magazine” tu cosa mi rispondi? come e perché nasce questa avventura?

Ti rispondo Girls Power! Beyond the Magazine è una squadra tutta rosa di grandi professioniste. Ognuna ha il suo ruolo e, tutte insieme, ogni mese e/o trimestralmente, dipende da cosa si tira fuori durante la riunione per l’emissione del nuovo numero o speciale, realizziamo dei numeri pazzeschi. Non lo dico perché faccio parte di questo fantastico team ma perché sono i numeri e i lettori che parlano! L’avventura con BTM nasce ormai nel lontano 2018 quando Justine D’Angelo, Direttore Editoriale, mi contatta a seguito della pubblicazione di alcune mie foto in occasione del red carpet di Roma. Ne rimase molto colpita anche per la spontaneità di quest’ultime perchè a me non piacciono le foto in posa. E’ più forte di me perchè non le trovo vere, a me piace la dinamicità e, in questo, Justine avrà visto forse del potenziale?… non so chiedetelo a lei (ride) ma, dal quel giorno, non ci siamo più lasciate. Abbiamo organizzato tanti progetti insieme, hanno completamente organizzato e sostenuto la mia prima mostra personale a Roma, mi hanno dato sempre estrema fiducia in ogni cosa. Beyond è la mia seconda famiglia.

Delle proposte di lavoro qual è quella che invece ti piacerebbe fare che non hai ancora fatto?

Se te lo dico poi non si avvera, sono un po’ scaramantica e preferisco tenerlo per me.

Ogni traguardo regala e toglie qualcosa. I tuoi traguardi, fino ad ora, cosa hanno regalato e cosa, invece, hanno tolto alla tua vita?

Sicuramente mi hanno regalato tantissime soddisfazioni. Tolto, forse, le ore di sonno (ride). Avere consapevolezza che, dopo anni e anni di gavetta, sei riuscito a prenderti un piccolo smacco in questo lavoro e che ci sei arrivato con le tue forze ripaga tutti gli sforzi e non puoi far altro che fare sempre di più, aggiornarti, studiare per trovare nuovi stimoli che ti permettono di dare sfogo alla tua creatività.

Per una donna è sempre tutto più difficile?

Diciamo che essere donna ed essere giovane, in questo lavoro, non è semplice perchè devi essere in grado di distinguerti dalla massa per farti riconoscere, sta tutto lì.

La tua più bella foto è stata scattata o devi ancora scattarla?

Una, forse, potrebbe esserci ma chi lo sa… preferisco che lo dicano gli altri.

L’anima di una persona è nascosta in uno sguardo…per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi?

Qualcuno dice che gli occhi sono lo specchio dell’anima e, per questo, che mi sono specializzata in ritrattistica. L’espressività degli occhi può dare diverse chiavi di lettura e non è sempre facile captarle tutte. Fotografare le persone è la cosa più difficile, ma se i soggetti si riconoscono nella tua foto hai fatto il tuo lavoro. Anzi un ottimo lavoro.

La vita è sempre più bella di una bella foto?

Dipende dalle fasi della vita in cui ci si trova. Sicuramente, se sono triste in un momento della mia vita, guarderò una bella foto per risollevarmi il morale.

Grazie Federica per il tempo che ci hai dedicato. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro.

Federica Pierpaoli Photography

Vito
Follow Me
Latest posts by Vito "Nik H." Nicoletti (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 14 =