Ultime Notizie

Il Festival Internazionale di Mezza Estate è nato nel 1985 da un’idea dell’allora assessore alla Cultura Carlo De Santis in collaborazione con il critico musicale e giornalista Lorenzo Tozzi. Fin dall’inizio ha ospitato nomi importanti nel settore della danza, tra gli altri: Vladimir Derevianko, Carla Fracci, Alicia Alonso, Diana Ferrara, Micha Van Hoecke, Loredana Furno, Luciana Savignano ed Elisabetta Terabust; per la musica: Giorgio Gatti, Miwako, Ruggero Ricci, Alirio Diaz, René Zosso, Gidon Kremer, Alexander Lonquich, Ines Salazar, Dafo String Quartet, Roberto Cappello, Andrea Lucchesini, Alessandro Carbonare, Stefano Di Battista, Francesco Caso, Bobby Watson, Sergio Cammariere, Elodie, Nesli e Fabrizio Moro; per il teatro: Giorgio Albertazzi (che per tre annualità ha tenuto seminari di recitazione divenuti poi spettacoli di successo), Leo Gullotta, Bianca Toccafondi, Paola Gasman, Ugo Pagliai, Lucia e Paolo Poli, Piera degli Esposti, Mario Scaccia, Anna Mazzamauro, Glauco Mauri, Massimo Venturiello, Luigi De Filippo, Nando Gazzola, Valeria Moriconi, Paolo Ferrari, Salvo Randone, Peppe Barra, Mariano Rigillo, Marco Paolini, Oreste Lionello, Pupella Maggio, Enrico Brignano, Rocco Papaleo.

La Direzione artistica di Lorenzo Tozzi è durata fino alla ventitreesima edizione, interrotta solo per un anno, quando a dirigere il Festival fu chiamato l’aquilano Federico Fiorenza, già direttore del Teatro Stabile de L’Aquila. A partire dalla ventiquattresima edizione, la Direzione del Festival fu affidata alla Professoressa Lucia Bonifaci, musicista e docente di storia della musica con competenze anche nel campo della danza e del teatro.

Un grande evento di questa edizione fu la performance di Gabriele Lavia in “Il sogno di un uomo ridicolo” di Dostoevskij. La ventottesima edizione fu affidata ad una direzione a tre: Lucia Bonifaci, Giuseppe Berardini e Gabriele Ciaccia. La ventinovesima edizione è stata diretta dal solo Maestro Giuseppe Berardini (che dal 2001 per dodici anni aveva affiancato Lorenzo Tozzi come collaboratore artistico), anch’egli docente di conservatorio, musicista di fama internazionale, membro e cofondatore di un prestigioso quartetto di sassofonisti con il quale
porta concerti in tutto il mondo. L’evento che ha caratterizzato la ventinovesima edizione del Festival è stata la performance di Monica Guerritore in “Dall’inferno all’infinito” un excursus poetico che partendo dall’Inferno dantesco, conduce a Leopardi e a Pavese, passando per i testi di Elsa Morante, Pasolini, Patrizia Valduga.

Giuseppe Berardini ha Diretto il Festival fino alla trentaduesima edizione del 2016.

L’Amministrazione guidata dal Sindaco Vincenzo Giovagnorio, nel dicembre 2016, su proposta e per iniziativa dell’Assessore alla Cultura Chiara Nanni, ha nominato nuovo direttore artistico il Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore principale ospite della Fondazione Festival Pucciniano.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =