fbpx

“Grazie Michele” di Rosario Errico si qualifica per gli Oscar® 2024

Il cortometraggio Grazie Michele di Rosario Errico concorrerá per il Premio Oscar® come miglior Live Action Short Film alla 96^edizione degli Academy Awards®.

Il pluripremiato cortometraggio prodotto da Immagine Corporation Production e Rai Cinema, distribuito da Voce Spettacolo, rappresenterá l’Italia dopo aver superato il programma di qualificazione a Los Angeles.

Questo prestigioso riconoscimento sottolinea il talento straordinario del regista e l’eccezionale lavoro dietro la realizzazione di questo straordinario progetto cinematografico.

La pellicola, distribuita da Voce Spettacolo e proiettata per sette giorni consecutivi presso il cinema Lumiere di Beverly Hills dal 15 al 21 settembre, ha catturato l’attenzione dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences grazie alla sua narrativa avvincente, alla regia magistrale di Rosario Errico e alle interpretazioni superlative del cast ed ora è in lizza per uno dei premi più prestigiosi del mondo del cinema.




Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Screenshot_20220921_155026.jpg

Questo riconoscimento è il risultato del duro lavoro, della creatività e dell’impegno di un team eccezionale che ha lavorato instancabilmente per portare alla luce una storia unica e coinvolgente. Il successo di “Grazie Michele” dimostra ancora una volta l’eccezionale talento presente nell’industria cinematografica italiana e la capacità di creare opere che lasciano un’impronta duratura.

Il cortometraggio “Grazie Michele” tra i vari premi ha vinto il Festival Internazionale Tulipani di Seta Nera (co-organizzato da Rai Cinema) e successivamente il prestigioso Globo d’Oro, assegnato dalla Stampa Estera. E’ in attesa di conoscere gli esiti dei David di Donatello e dei Nastri d’Argento. Il mese scorso a ricevuto il premio Padre Pio, assegnato a personalità che si sono distinte nella sfera sociale, tra cui anche il Ministro Piantedosi.

Nel ricordare i Maestri: Fellini, Pasolini, Tornatore, Pupi Avati – dichiara Rosario Errico – ci piace comunicare con grande modestia, che per Grazie Michele ci siamo ispirati alla drammaturgia poetica, semplice, sognante, realistica ed emozionante delle loro grandi opere. Per raccontare con semplicità, la poesia di una giornata tipo vissuta da due ragazzi disabili che cercano la loro inclusione sociale facendo capire che non si considerano diversamente abili ma abili diversamente. Per un tema importante come “La Diversità”, abbiamo voluto e ottenuto la collaborazione di attori e tecnici che hanno lavorato con i grandi registi sopra citati per poter dare la massima eco al tema trattato, attraverso la loro grande professionalità e sensibilità”.

Ma ora passiamo alle date: la shortlist che includerà i quindici migliori corti internazionali selezionati dall’Academy sarà resa nota il 21 dicembre 2023. Le nomination verranno annunciate il 23 gennaio 2023. La Notte degli Oscar si terrà il 10 marzo 2024.

Sinossi

Michele è un ragazzo con la sindrome di Down che ama vivere la vita in modo allegro e spensierato, sorridendo sempre al cospetto della sorte. Con l’inseparabile amico Adriano, un adolescente paraplegico, sempre triste a causa del suo handicap. Adriano è segretamente innamorato della bella Loredana, accompagnato dall’amico Michele, tutte le occasioni sono buone per vederla o passare del tempo con lei. Scorribande lungo la ia principale a bordo di un Ape guidata da Michele provocano divertenti gag e scene

romantiche, come la visione quasi santificata dell’adolescente di cui Adriano è innamorato. La bottega del barbiere, luogo di ritrovo dei cittadini, è teatro di scambi di battute fin troppo giocosi, tanto da far impazzire

il padre di Michele, maresciallo dei carabinieri che si lamenta continuamente della troppa vivacità del figlio. Sarà la madre di Adriano ad aprire gli occhi al maresciallo, svelando l’importanza della figura di Michele, fonte di gioia e positività e simbolo di uguaglianza tra le persone. In un mondo dove i “diversamente abili” non si sentono inclusi, Michele dimostrerà che con il sorriso e l’altruismo si può insegnare molto agli altri e come un giovane Cyrano de Bergerac, cercherà di trasformare la tristezza dell’amico paraplegico Adriano in gioia e amore per la vita. Attraverso la loro purezza, simpatia, intelligenza e altruismo per gli altri, dimostreranno di non sentirsi “Diversamente Abili” ma “Abili Diversamente”. Ragazzi down che ci insegneranno che con un semplice sorriso si può cambiare la propria vita.

Il Cast

Antonella Ponziani, ultima musa del Maestro Federico Fellini, protagonista del film “L’intervista”. Ha lavorato con altri importanti registi, tra cui Mario Monicelli, Dino Risi, Paolo Virzì. Tra i tanti premi vinti, ha ottenuto un David di Donatello e un Nastro d’ Argento.

Andrea Roncato, vincitore del premio speciale per la serie televisiva “Carabinieri”. Attore poliedrico: comico, brillante. Il suo ultimo lavoro cinematografico è stato un ruolo drammatico nel film del Maestro Pupi Avati.

Valerio Catoia, co-protagonista del film, è un ragazzo affetto dalla sindrome di Down. È stato nominato Alfiere della Repubblica dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, per aver salvato una ragazza che stava annegando in mare. Un Eroe dei nostri giorni, un grande esempio per tanti giovani. È stato inoltre nominato Poliziotto ad Honorem dal Capo della Polizia dott. Giannini. È un atleta paralimpico delle Fiamme Oro, nella specialità “Canoa” kayak k1. Un ragazzo che dona tutto sè stesso per difendere le persone più vulnerabili, lottando attivamente, a fianco della Polizia Postale, per la campagna di sensibilizzazione sull’uso consapevole del web e la lotta all’odio online.

Andrea Salcone, co-protagonista del film, affetto dalla sindrome di Down, frequenta una scuola di recitazione e danza per ragazzi disabili. È un ragazzo gioioso e spensierato che aspira a diventare un attore.

Blasco Giurato, Direttore della Fotografia, ha lavorato per i più importanti registi internazionali. Tra i tanti premi ricevuti, ha ottenuto tre nomination agli Oscar, tra cui “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore. Ha ricevuto anche una nomination ai BAFTA.  Tra i vari registi con cui ha lavorato: Dino Risi, Giuliano Montaldo, Lina Wertmuller, Pupi Avati.

Ugo De Rossi montatore, tra i vari film ha collaborato con il Maestro Federico Fellini, montando il film “Ginger e Fred”, per il quale ha vinto, tra gli altri premi, un Ciak d’Oro e una nomination al David di Donatello. Ha ottenuto inoltre un’ulteriore nomination al David di Donatello per il film “Palermo Milano Solo Andata”. Ha collaborato al montaggio del film “Salò” del poeta Pier Paolo Pasolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *