Ultime Notizie

C’è sempre qualcosa da festeggiare per i fan di Harry Potter: in attesa che J.K. Rowling, se mai deciderà, regali loro qualche nuova avventura del mondo di Hogwarts, i tanti appassionati devono cercare gioie nel passato e, quindi, negli anniversari che riguardano il loro eroe. E non sono pochi. In autunno tocca al compleanno numero 20 del primo film della saga, Harry Potter e la pietra filosofale, che uscì nel novembre del 2001 per Warner Bros, con la regia di Chris Columbus e quei giovani attori (che sarebbero cresciuti strada – e scuola magica – facendo) che tutti i fan hanno amato: Daniel Radcliffe nei panni di Harry, Emma Watson in quelli di Hermione e Ruper Grint in quelli Ron. Non ci sarà, pare, una reunion del cast per celebrare l’evento, ma Warner Bros ha preparato una riedizione speciale del film: il cofanetto, dal titolo Harry Potter e la pietra filosofale – 20th Anniversary Steelbook, uscirà nella seconda metà di agosto (in anticipo rispetto all’anniversario), sarà in Ultra HD 4K e Blue-ray e conterrà un disco aggiuntivo particolare.

La vera chicca per i fan è proprio questo «extra». Il «Magical Movie Mode», un disco interattivo, conterrà infatti un quiz con domande per veri esperti pronti a sfidarsi sul mondo potteriano (per chi proprio sentisse qualche lacuna, Salani ha ripubblicato tutta la saga in un nuovo chiccosissimo cofanetto, ridisegnato niente meno che dall’architetto e designer Michele De Lucchi, con le illustrazioni di Andreas Rocha…) e svelerà una serie di segreti sul film, raccontati dallo stesso regista, dettagli sulla lavorazione, sulle scenografie, sugli ambienti, sui personaggi, sulle creature magiche e sui costumi, sugli incantesimi, sulle partite di Quidditch… E poi scene tagliate o in versione estesa, grafica e audio speciali, aneddoti sulla produzione della pellicola che, con un budget iniziale di 125 milioni di dollari, ne incassò poi oltre un miliardo, ottenne tre nomination all’Oscar (migliore scenografia, migliori costumi e migliore colonna sonora originale, firmata da John Williams) e diede il via a un successo cinematografico mondiale durato altri sette film (I doni della morte è stato diviso in due pellicole). Insomma, c’è ancora molto da festeggiare…

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − due =