Ultime Notizie

Dall’Australia, dove molti divi del cinema stanno girando o in generale si stanno godendo un paese ancora al caldo e con una vita quotidiana quasi normale, vista la scarsa diffusione attuale del coronavirus, arriva una notizia molto attesa da vent’anni. Sembra infatti che sia la volta buona per il tante volte invocato sequel del Gladiatore, con il coinvolgimento proprio di due icone delle terre australi. Una è ovviamente Russell Crowe, diventato divo planetario proprio con quel film, nell’ormai lontano 2000, mentre la nuova entrata, proprio nei panni del figlio di Maximus, sarebbe Thor in persona, Chris Hemsworth.

A sostenerlo è il settimanale australiano New Idea, che si è concentrato sul ruolo ormai di epicentro per le produzioni hollywoodiane giocato da Sydney. Ci sarebbe stata una lunga discussione fra i due, entrambi coinvolti nelle riprese di Thor 4: Love and Thunder, con al centro la possibilità di coprodurre un sequel del film culto da 400 milioni di dollari di incasso, mentre guardavano insieme una partita di rugby. Il sito parla di una bromance in corso fra i due, testimoniata anche da foto sorridenti insieme su Instagram, testimone la moglie di Chris, Elsa Pataki.

Sarebbe stato Hemsworth a spingere con grande convinzione per convincere Crowe a produrre insieme il sequel, scambiando opinioni e idee sul soggetto per ore. Sarebbe stata la Pataki a far venire la voglia al marito di lavorare al progetto. “Scherza spesso come potrebbero passare per padre e figlio”, secondo una fonte citata dalla rivista, “e Russell pensa che sia l’unica persona credibile per interpretare suo figlio nel secondo capitolo del Gladiatore”.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 15 =