10 minuti

In finale alla kermesse di Altaroma, la settima edizione di International Couture Fashion Show che si conferma tra gli eventi di spicco del panorama internazionale, organizzato da Maria Christina Rigano, consigliere all’Istituto Culturale Italo Libanese. Per la prima volta la sfilata, realizzata in collaborazione con IFN Network, è stata trasmessa sui canali di “International Fashion Network” come: Amsterdam, Dubai, Milano, Londra, Newyork e Romafashiontv.com, grazie a Manuel Ivan Maria Perrotta.

Il look delle modelle è stato studiato e realizzato con cura, per il Make-up dalla FACE PLACE ACADEMY by PABLO, direzione artistica di Pablo Gil Cagné e Francesco Amatucci, per le acconciature da THE BEST CLUB by WELLA, direzione artistica di Giovanni Salerno, Alessio Larghetti, Lotito Antonello, Luigi Vernengo, Leo Libardi accompagnati dal loro Team. Un ringraziamento speciale agli studenti della UNINT per avere egregiamente aiutato nel backstage e a Troy Natural per il Sustainable healthy food.

Eleonora Pieroni, Top model e attrice tra l’Italia e New York ha aperto lo show di International Couture in calendario ALTAROMA, indossando una creazione dello stilista Libanese Missak Farassian. Il colore bianco dell’abito vuole rendere omaggio alla speranza di pace e di serenità che al momento manca ormai da numerosi anni nel paese dello stilista. La sfilata collettiva International Couture, ponte tra oriente e occidente è stata presentato con maestria dall’attrice Francesca Ceci, volto noto di romafashiontv. Francesca Ceci rimasta dietro le quinte del backstage ad intervistare stilisti porgendo il live del backstage che è stato svelato ai presenti nei saloni del Baglioni Hotel Regina e di quelli seduti nel loro divano a casa, tramite le reti di International Fashion Network.

Missaki Couture ha presentato la collezione Melodramma, un’opera teatrale impressionante che si caratterizza per essere eccessivamente drammatica ed estremamente sentimentale. Ogni abito è un pezzo sensazionale con personaggi esagerati destinati a fare appello alle emozioni. La collezione si concentra su dettagli e ricami raffinati, l’incorporazione di cristalli e perle per realizzare un abito melodrammatico. La tavolozza dei colori è il pastello non convenzionale. Missak Farassian trae la sua ispirazione da questa citazione “Nel dramma, i personaggi dovrebbero determinare la storia. Nel melodramma, la storia determina i personaggi”.

A seguire la collezione monocromatica Moon Urbban Fusion presentata dalla designer Polacca Natasha Pavluchenko a International Couture. Una collezione fiabesca e sofisticata con il patrocinio della città di Bielsko-Biala. La designer, innamorata del nero che è diventato il suo marchio di fabbrica e allo stesso tempo l’ispirazione da cui nascono i nuovi progetti. Questa volta l’oscurità porta dritta al cielo, pieno di tenebre, ma illuminato dal bagliore infinito delle stelle. Un riferimento al cosmo dal quale trae l’ispirazione della collezione e il suo titolo. Dominano abiti lunghi nel colore del nero opaco, che ricordano l’ottocento, unendo l’eleganza al neogotico stile rock. D’altra parte, giacche elaborate con spalle in evidenza anni ’80. “Ogni artista è un po’ lunare e proviene forse dalla luna”, afferma Natasha Pavluchenko, voglio regalare al pubblico un’esperienza straordinaria, sarà un vero spettacolo con dei personaggi da favola, in cui le modelle interpreteranno il ruolo degli angeli, portando il pubblico in un mondo straordinario, pieno di sensualità e stravaganza. Sono felice di mostrare ancora una volta la mia collezione a Roma, con la quale sono emotivamente legata e da dove provengono molte delle mie ispirazioni artistiche”. Partner della collezione è lo studio d’architettura Concept 77, con il quale Natasha Pavluchenko collabora, realizzando originali progetti di interni ed edifici.

Arriva il momento del colore, del sole e del mare delle Isole Iolie con la collezione Renaissance del brand ABIDDIKKIA. Giovanna Mandarano ideatrice del brand, ha presentato a International Couture una collezione che mescola creatività, passione ed energia, le modelle nascoste da giganti cappelli e borse di paglia ove la loro allure rievoca l’estate e le strade di Panarea. Abiti, camicie, e tuniche con stampe iconiche che caratterizzano il brand ABIDDIKKIA dallo sguardo rivolto alla Sicilia, al suo Barocco, ai colori vivaci delle sue maioliche e dei suoi caratteristici carri. Le combinazioni di colore si mescolano intriganti spaziando tra quelli basici e tinte vitaminiche enfatizzate da accostamenti decisi ma raffinati che accarezzano le linee morbide avvolgendo il corpo femminile con carattere. Una palette perfetta per ispirare il buonumore e cancellare ogni traccia del grigiore invernale. “Colore” sarà indubbiamente una delle parole d’ordine per la bella stagione. Ad accompagnare la collezione Renaissance di ABIDDIKKIA gli accessori di Ferrum Jewels diMauro Carrazza, uno dei pochi artigiani che lavora il ferro e crea opere d’arte, ogni pezzo è unico e inimitabile. Veri gioielli da indossare, resi particolare dall’unione di bottoni, vetro, cristalli insieme alla lavorazione del ferro. Forza e fragilità in un unico elemento. Ferrum Jewels è un brand giovane ma già conosciuto oltre che in Italia a New York ed a Atene.

SabrinAmoroso, giovane stilista diplomata da poco e per la sua prima apparizione su catwalk ha scelto International Couture dove ha presentato la collezione Ba-riolé, una collezione dai colori pastello che si racconta attraverso un mix tra materiali e ricami che punta su un’armonia di colori e forme. Ba-riolé si ispira al Rococò, trasformando alcuni elementi tipici del Barocco, attraverso i valori intrinsechi del Rococò. Le linee sono più sottili e stilizzate, ornamentate da colori pastello che rendono il tutto molto più armonioso e leggero. Elementi che hanno ispirato la collezione sono stati i diversi dipinti del 700 che simboleggiano l’amore e la passione insieme alla natura viva, ricreata in passerella attraverso drappeggi, ricami, fiori, stampe e i volumi creati. Il corsetto è il capo ricorrente in tutta la Capsule.

Ad accompagnare su catwalk la collezione Ba-riolé di SabrinAmoroso sono gli eco-tech bijoux della collezione “Mottanai” byLUDO dell’architetto Ludovica Cirillo. La collezione è stataconcepita ed esposta a Tokyo, mischia pezzi di riuso tecnologico, materiale tipico del brand e li assembla attraverso le tecniche della tradizione locale giapponese. ByLUDO ha presentato a International Couture pezzi artistici ciascuno dei quali è dedicato ad una tecnica artigianale diversa: dai cavi elettronici assemblati col sistema mizuhiki, ai circuiti del computer realizzati col metodo origami, a pezzi di CD assemblati con il concetto del kintsugi. La parola “Mottanai”; rimanda all’insegnamento buddista sullo spreco che si fa delle cose quando non si attribuisce loro il giusto valore. 

E infine, arriva lei la sposa con Marcela De Cala e la sua collezione Esperanza, presentata a International Couture, una moda sposa rivolta a tutte le Donne che appresenta una novità simboleggiata da un transito moderno e fresco raccontata con l’introduzione di tulle, pizzo e perline. Per la sposa che ama la sensazione del lusso Marcela De Cala ha scelto abiti arricchiti da perle e cristalli, invece per quella che predilige un tocco più appariscente la designer ha scelto decori floreali che diffondono un’armonia affascinante. Si sono susseguiti in chiusura di International Couture Fashion show 20 abiti da sposa unici che esaltano la qualità della moda rinnovata indossate con le calzature Fleur d’Oranger, cheaccompagnano la donna nel giorno più importante della sua vita…e offrono “in punta di piedi” un prodotto di altissima qualità, realizzato su disegno originale con sapienza e amore. Il marchio è frutto della sinergia tra due imprenditori affermati nel settore calzature, un brillante designer italiano e un’azienda storica che allarga incessantemente la propria offerta grazie a una ricerca continua senza trascurare l’amore continuo per l’innovazione del prodotto e soprattutto del MADE IN ITALY che coniuga le migliori materie prime lavorate in Italia con una realizzazione artigianale sapiente e accurata, che nulla lascia al caso.

Ancora una volta International Couture vuole porsi come ponte tra l’oriente e l’occidente. L’evento che mira a proporre e promuovere designers Italiani e Stranieri è stato ambientato nei saloni del Baglioni Hotel Regina di Roma sito in via Veneto ispirati alla “dolce vita …”. 

INTERNATIONAL COUTURE CREDITS

Event manager & Press office Maria Christina Rigano

Live Streaming                                 “International Fashion Network” Channels

Show production                              Manuel Ivan Maria Perrotta

Location                                            Baglioni Hotel Regina

Location set up                                 Studio Costantini

Casting & Backstage manager       Eleonora Eutizi

Hair styling                                       Giovanni Salerno The Best Club by WELLA

Make-up                                            Face Place Academy by Pablo

Official photographer                      Marco Carusotti

Video                                                 Vertigo live

Organised by                                    Istituto Culturale Italo Libanese

President                                            Maurice Salamé

Coordinator                                        Annarita Sereno

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 3 =