Ultime Notizie

Justin Bieber si racconta in una lunga intervista per il magazine GQ, che gli dedica la copertina e un servizio fotografico. Il cantante, 27 anni, svela i lati oscuri del suo passato parlando di Dio e di sua moglie Hailey Baldwin, di dipendenze e di depressione, di musica e lotte interiori, non ancora del tutto risolte. E del periodo buio in cui il suo abuso di droga aveva raggiunto l’apice dice: “Le mie guardie del corpo mi tenevano d’occhio quando dormivo e controllavano il mio polso per capire se respiravo ancora…”.

“Avevo perso il controllo della mia vita per la mia carriera»”, racconta la popstar, che da adolescente ribelle e selvaggio si è trasformato in un uomo più consapevole e illuminato. 

E proprio su questa trasformazione, per la quale ringrazia sua moglie Hailey Baldwin, ma anche la sua fede in Dio, che Bieber si sofferma.

“Ho una moglie che adoro, dalla quale mi sento confortato. Mi sento al sicuro. Sento che il mio rapporto con Dio è meraviglioso. E ho questa effusione d’amore che voglio poter condividere con le persone”, racconta.  Ma non è stato sempre così. La fama mondiale, arrivata quando Bieber era ancora poco più che un ragazzino, lo ha completamente travolto. 

“Era come se avessi avuto tutto questo successo ed era ancora tipo: sono ancora triste, e soffro ancora. E ho ancora questi problemi irrisolti. E così per me, i farmaci e la droga erano diventati un agente paralizzante per andare avanti”. 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + dieci =