La protesta dei gilet arancioni a Milano viola tutte le norme anti-Covid

Qualche centinaio di persone radunate in piazza Duomo a Milano senza alcuna distanza di sicurezza e, in molti casi, senza mascherine o con le mascherine abbassate.

Sono eloquenti le immagini della manifestazione milanese – che si tiene in contemporanea con altre piazza italiane – dei ‘gilet arancioni’, il movimento di protesta guidato dall’ex generale dei carabinieri Antonio Pappalardo che chiede, tra le altre cose, la fine del governo Conte, l’avvio di un nuovo governo nazionale e il “ritorno alla lira italica”.

Pappalardo al microfono, all’interno di uno spazio di sicurezza creato da alcune persone che facevano da security, e centinaia di persone accalcate oltre le transenne provvisorie.

Nessun distanziamento come impongono le norme anti coronavirus, tantissime mascherine abbassate o del tutto mancanti (e in Lombardia, tra l’altro, la mascherina è obbligatoria).

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 16 =