Lamorgese: a settembre rischi concreti di rabbia sociale a causa della crisi

decreti sicurezza firmati Salvini cambiano e le novità vanno anche «oltre i rilievi del Quirinale». A dirlo è il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che intervenendo ad Agorà estate su RaiTre conferma quanto anticipato oggi sul Messaggero. Previste «modifiche anche sul sistema di accoglienza», ha detto Lamorgese che ha sottolineato come il governo sia al lavoro per chiudere in tempi brevi: «Firmerò il decreto il 20-21 settembre».

«I tempi sono quelli delle attività parlamentari – ha spiegato – Oggi è la terza riunione che facciamo, abbiamo fatto dei passi avanti, mi sembra che ci sia una convergenza su tanti punti. Su provvedimenti complessi c’è la discussione ma la mediazione è importante». 

Il ministro ha poi lanciato l’allarme “rabbia sociale” come conseguenza della crisi economica derivante dall’emergenza Coronavirus: «Il rischio che a settembre si verifichino episodi di rabbia sociale è concreto», ha detto, condannado gli episodi di violenza contro la polizia già registrati fino ad oggi. 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × tre =