fbpx

LE INTERVISTE D’AUTORE a cura della Giornalista Carmen Minutoli: ANDREA MISURACA 

“Ringrazio l’attore Andrea Misuraca per avermi concesso questa esclusiva  intervista per la mia Rubrica.

Andrea Misuraca è nato e vive a Roma. Il mondo della recitazione è sempre stata la sua passione e ciò gli ha permesso di lavorare in produzioni cine/tv, teatro, danza, spettacoli canori, radio, pubblicità. Lo vediamo nel cast di Distretto di Polizia dal 2003 al 2006; ha preso parte alla Fiction “Il bello delle Donne”; è noto ad un pubblico sempre più vasto come il sosia/imitatore di Tomas Milian e per la musica si esibisce  nella cover band dei Litfiba. Da poco ha festeggiato il suo compleanno ed in un video messaggio pubblico ha ringraziato personalmente tutti i suoi fan. Il dire “Grazie” spontaneamente e con naturalezza è una delle sue caratteristiche, che ne fanno la differenza …

Invito i lettori di Voce Spettacolo alla lettura di questa chiacchierata, che sono certa vi appassionerà.

ANDREA MISURACA: come ti definisci?

Eh…mi definisco un Artista dalle mille risorse, Sono cresciuto con la “Mentalità Americana”, non trovo nessuna difficoltà nell’interpretare personaggi diversi. Amo visceralmente il mio lavoro. Vivo a colori ogni volta che mi immergo in questa fantastica realtà chiamata Set.

Come procede il tuo vissuto artistico e lavorativo?

Il mio percorso artistico procede….con molte difficoltà, ma anche con diverse soddisfazioni. Ci vuole tanta fortuna.

 E come semplice persona?

come semplice persona…sono sempre stato alla ricerca di forti stimoli, sono un reattore impazzito sempre in movimento. Non sopporto la lentezza. Mi piace stare in mezzo a tanta gente confrontandomi continuamente, ma sono anche il tipo che ha bisogno di starsene con se stesso, vivendo ogni giorno come se fosse l’ultimo.

Potresti dirci chi sei oggi? Ovvero dagli esordi della tua passione artistica cos’è  cambiato a distanza di tempo?

Oggi sicuramente sono più maturo, dopo anni di esperienze nel settore posso dire di aver più chiara questa realtà. I cambiamenti li ho notati guardando tutto ciò che ho fatto nel corso degli anni. E mi rendo conto della crescita artistica che ho fatto.

Hai tanti fan sia come coverband dei Litfiba e Piero Pelù sia come imitatore di Tomas Milian, oltre che per tanti altri ruoli e la tua bravura encomiabile ne attira sempre di più….la gente secondo te cosa apprezza maggiormente  di Andrea personaggio/artista e Andrea persona?

Ho notato di continuo apprezzamenti e complimenti da tanti fan e da tutte le persone che mi conoscono. Questo mi fa capire che nel coso del tempo ho seminato bene! E non solo! La cosa che mi fa sorridere e che mi da gioia, è che ho lasciato un grande segno positivo. Un altra cosa che mi da tanto piacere è che la gente mi apprezza per la semplicità e per la cordiale umiltà.

Progetti  passati e recenti già realizzati…Cosa puoi dirci a riguardo?

Beh, per i progetti passati posso solo dire che ancora ad oggi mi ritengo molto soddisfatto e fortunato. Progetti che tanti artisti della mia classe non hanno mai avuto l’occasione di realizzare.

Vuoi raccontare qualche aneddoto per esempio sui tuoi primi incontri con produttori, colleghi, personaggi vari incontrati in ambito lavorativo avvenuti in passato….

Le mie prime esperienze sono state davvero emozionanti. Non vi nascondo che al momento del ciak mi sono sentito in totale ansia. Però sapevo che lo dovevo fare, e così ogni volta mi buttavo cercando di essere impeccabile nei riguardi dei registi e soprattutto nei confronti delle troupe. Spesso quando mi trovavo a provare le mie scene in camerino, passava puntualmente l’assistente a portarmi scene in più! E così la concentrazione diventava sempre più densa. Spontaneamente mi veniva da chiederle, divertito:<< ma sempre all’ultimo mi aggiungete altre scene?!>> Naturalmente ne ero felice…

Spesso la carriera artistica  è  contrastata da diverse difficoltà, luoghi comuni, porte difficili da sfondare…  nel tuo percorso è stato così  anche per te?

Per me è stato sempre difficile entrare. Spesso ho preso delle porte in faccia a causa di casting combinati, tanta raccomandazione in corso…Agenzie che fanno lavorare sempre gli stessi, peccando poi di professionalità. Per me c’è troppa mancanza di Professionalità…beh, comunque ne ho viste di tutti i colori.

Invece gli incontri con produttori e registi li ho sempre affrontati con sincerità e reale preparazione del ruolo; semplicemente restando me stesso. Ma a volte mi trovavo in situazioni imbarazzanti. Ovviamente riuscivo sempre ad uscirne a testa alta con dignità e professionalità. Credo che se il mondo del Cinema e dello Spettacolo fosse basato sulla MERITOCRAZIA e il RISPETTO, tante difficoltà non ci sarebbero per chi Merita.

Pensi che “la gavetta” è  finalmente  superata?

Secondo me in Italia la ” Gavetta” non finirà mai. Torniamo sempre al solito discorso della Meritocrazia. Comunque gavetta o no, c’è sempre da imparare.

Hai qualche “rivelazione” importante che vorresti svelare in questa intervista?

(accentuando divertito il romanesco risponde): Rivelazione?! Nààhhh… vorrei soltanto che artisti particolari o meglio “caratteristici” come me, possano essere più considerati in questo paese.

C’è qualcosa nel tuo vissuto ad oggi che non sei ancora riuscito a realizzare ma a cui tieni fortemente?

La sola cosa che vorrei fortemente è avere una Giusta e Meritata Continuità lavorativa. La giusta Considerazione. Voglio fare l’attore. Solo questo.

Quanto pensi sia cambiato il mondo artistico, della cultura e spettacolo durante la pandemia ed adesso  con la ripresa?

Secondo me il mondo artistico è peggiorato, soprattutto dopo la pandemia. In realtà penso che con questo cambiamento presente, stiamo andando solo peggio. Sono preoccupato perché, a mio avviso, ho la sensazione che chi governa questo mondo è corrotto.

Per te personalmente  tale periodo come ha influito?

Io sono solo stato spettatore di tutto quello che ultimamente sta succedendo. Da parte mia non è cambiato nulla. Ho solo continuato ad andare avanti sempre e solo come un Guerriero… (ride)

Quanto per te ha influito ed influisce  l’avvento della tecnologia? Ingenerale e nella tua  quotidianità?

La tecnologia se sfruttata in modo intelligente, credo sia utile. Ma c’è sempre il risvolto della medaglia. Comunque la troppa tecnologia reca molti danni. Anche al livello personale

Se tornassi  indietro, artisticamente, cosa non rifaresti e cosa invece faresti senza esitare?

Se potessi tornare indietro, anticiperei tutti gli studi Sperimentali Cinematografici, viaggiando ininterrottamente tra America ed Europa cercando di rapportarmi con tanti talenti internazionali. Facendo più esperienze possibili. Insomma, rifarei tutto quello che è stato divertente, costruttivo ed importante. Ovviamente eliminerei tante perdite di tempo che in passato purtroppo ho avuto.

E come persona? Cosa?

Mi reputo una persona solare, amo il mio look. Non sono disposto a cambiare per niente e nessuno. La mia politica : O mi Ami o mi Odi. E cerco sempre di essere sincero ed educato con il prossimo..Non mi piace descrivermi, preferisco lasciarlo decidere agli altri.

Il tuo lavoro  artistico  oggi a che stadio è?  Vorresti chiedere qualcosa a chi ha potere di ingaggio artistico? Cosa vorresti che ti offrissero?

Sono sincero…ad oggi il lavoro scarseggia, almeno per me. Ma so che in giro il lavoro per i soliti artisti c’è. La sola cosa che chiedo è: Una Agenzia Seria che mi rappresenti! Chiedo alle Potenti Persone che decidono le sorti degli altri di considerare di più gli Artisti meno conosciuti. E che aprissero un p’ più gli occhi e la mente per captare ottimi talenti. Non si lavora solo con i “nomi”. Ci sono tantissimi Talenti che attendono di essere messi in luce.

Cosa invece rifiuteresti senza esitare?

Rifiuterei senza esitare le trasmissioni televisive come alcuni noti Talent

Quali valori sono importanti per Andrea? Quali provi a trasmettere?

I valori più importanti secondo me sono : La Sincerità, la Lealtà, e LA PAROLA.

Il cinema italiano, la TV, il teatro, gli Eventi, la Radio, il web… Quali differenze  con le produzioni estere europee  ed americane, dal tuo punto di vista…

Questa domanda mi piace. Credo che oggi c’è un abisso tra le Produzioni, le TV, gli Eventi, Le Trasmissioni, il Cinema e tutti ciò che è Spettacolo a livello internazionale. Già solo uscendo dall’Italia ci rendiamo conto. Penso di essere stato chiaro …

Qualche “Anticipazione”  artistica per il 2023 a cui stai lavorando proprio in questi giorni?

…di progetti da realizzare ne ho, ma preferisco per scaramanzia dire solo che : ci stiamo lavorando….

Quali sono i Sogni  che ti senti di aver già  realizzato e quelli ancora nel cassetto che ha Andrea uomo, artista?

Ancora non mi sento realizzato, tutto ciò che ho fatto ormai appartiene al passato. Vorrei tanto realizzarmi come “MERITO” nel settore Cinematografico. Vivo il sogno di essere contattato da un Serio e Vero Produttore o Regista che creda in me! E che mi faccia lavorare serenamente in diversi e grandi progetti. Non importa se in Italia o all’estero, purché io venga compreso come Artista.

Come Uomo, vorrei avere una tale indipendenza economica per vivere in modo sereno e creare una Baita di legno vicino al lago… Questo per ora continuo a sognare..

La classica domanda: Come si vede Andrea Misuraca nel “futuro” ?

Voglio essere OTTIMISTA! Il mio futuro lo vedo nel Cinema!

 Qualche anno fa hai ricevuto il prestigioso PremioVincenzoCrocitti International,  e quest’anno  sei stato anche presente alla kermesse che ogni anno assegna l’ambito “VINCE AWARD” ad artisti e personaggi talentuosi  e meritevoli. La tua  opinione

Sono stato premiato come Attore/Cantante al prestigioso ed importantissimo Premio Vincenzo Crocitti International del 2018. Per me è stata davvero un’esperienza Unica ricevere per la prima volta un Premio così Prezioso. Organizzato in modo Accurato e Professionale. Voglio raccontarvi un piccolo aneddoto in riguardo. Un pomeriggio d’autunno incontrai per puro caso Francesco Fiumarella (il Direttore Artistico e Generale del Premio) che usciva dal supermercato con delle buste della spesa in mano, lui mi guardò e mi disse: Andrea voglio che tu venga premiato perché te lo meriti. Io risposi senza esitare: <<con tutto il piacere non mancherò!>>. Dicembre scorso sono stato invitato come ospite all’edizione annuale del Premio. Devo dire che è stato meraviglioso … a dir poco. Ho notato davvero una notevole crescita organizzativa  con una grande accuratezza nello scegliere i premiati. Artisti Importantissimi. Mi complimento con tutto lo staff e l’Organizzazione Generale per il grandioso lavoro svolto!

 L’amicizia, l’amore… cosa sono per Andrea?

Credo che l’Amicizia sia una cosa Sacra. Prima di definire “Amico” una persona, bisogna conoscerla nel profondo. Di conoscenti ne ho una infinità. Di Amici veri..pochi..molto pochi. E non per niente, ma Francesco, con il quale ho instaurato un costante interscambio dopo la mia premiazione, che si è appunto trasformato in amicizia  sincera, fa parte di quei pochi. Per quanto riguarda l’Amore, ho vissuto l’illusione di amare persone sbagliate…ma questa è un altra storia. L’unico  vero Amore è colei che mi ha messo al mondo, MIA MADRE, l’unica e sola donna che Amo..e che Amerò per sempre.

Andrea Misuraca: a chi pensi di voler dire un semplice GRAZIE?

Voglio ringraziare  Francesco per tutto quello che sta facendo per me.

Una risposta a “LE INTERVISTE D’AUTORE a cura della Giornalista Carmen Minutoli: ANDREA MISURACA ”

  1. Avatar BOB RAYNER
    BOB RAYNER

    avendo conosciuto Andrea ,è un un’intervista solare e sincera come lui,persona squisita che non si da’ arie ed è sempre disponibile con tutti nel dare consigli o farsi 4 risate di cuore.
    Oltre che per me amante dei fumetti , dopo aver girarto assieme vari western e’ il personaggio del fumetto PREACHER …
    IL SANTO DEGLI ASSASSINI
    Con ciò prima che mi becco uno sganassone alla Giraldi..un saluto ed un abbraccio al mitico ANDREA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *