Ultime Notizie

Ormai capita sempre più spesso. Si paga in un negozio con la carta di credito e ci si sente chiedere: “Partecipa alla lotteria degli scontrini?”. Da inizio febbraio, infatti, è partita anche la lotteria degli scontrini che è stata introdotta dal governo, insieme al cashback, per promuovere l’utilizzo di sistemi di pagamento tracciabili, con l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale. La prima estrazione è in programma giovedì 11 marzo. Ma quanto si può vincere e, soprattutto, come bisogna fare per partecipare?

COS’È LA LOTTERIA DEGLI SCONTRINI

La lotteria degli scontrini è una lotteria gratuita dello Stato, collegata agli acquisti cashless, ossia effettuati senza contanti, fatti con strumenti di pagamento elettronici. Por partecipare alle estrazioni, bisogna associare il proprio codice alla transazione effettuata. Per farlo, occorrerà quindi esibire il codice alfanumerico, generato dal proprio codice fiscale sul sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it all’esercente che lo assocerà alla transazione. A questo punto, lo scontrino elettronico verrà inviato telematicamente dall’esercente e produrrà un biglietto virtuale. Ogni euro speso genera un biglietto, fino a un massimo di 1.000 biglietti per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Effettuata l’estrazione, l’Agenza delle dogane e dei monopoli potrà risalire dal codice lotteria associato al biglietto estratto al codice fiscale dell’acquirente e alla partita Iva dell’esercente.

PRIMO PASSO: COME RICHIEDERE IL CODICE

Per partecipare alla lotteria degli scontrini occorre generare il codice da mostrare all’esercente, dopo aver fatto una transazione di importo maggiore o uguale a 1 euro, pagando senza contanti. Basta tenere a portata di mano il proprio codice fiscale e inserirlo sul portale dedicato della Lotteria degli Scontrini, collegato a quelli del Ministero dell’Economia, dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Il codice viene generato immediatamente: si potrà stamparlo oppure salvarlo sullo smartphone per mostrarlo all’esercente abilitato dopo ogni acquisto valido. Non serve registrarsi e neppure caricare alcun documento. In caso di smarrimento, basterà tornare sul portale per generare un nuovo codice.

LA PRIMA ESTRAZIONE: 11 MARZO

Sono stati 4 milioni gli italiani che hanno richiesto il codice per partecipare alla lotteria degli scontrini. Il numero di transazioni valide per la prima estrazione mensile, in programma giovedì 11 marzo, “è pari a 16.958.486”. Sono questi i dati illustrati dal sottosegretario all’Economia, Maria Cecilia Guerra, in risposta all’interrogazione presentata da Gian Mario Fragomeli (Pd), in Commissione Finanze alla Camera. “A fronte del numero di registratori telematici attualmente attivi, pari a 1.485.477 unità – ha precisato Guerra – 304.386 hanno inviato i dati ai fini della partecipazione della lotteria”. La prima estrazione mensile, in programma l’11 marzo 2021, riguarderà gli scontrini emessi dall’1 al 28 febbraio. In palio ci sono 10 premi da 100mila euro per chi compra, e altrettanti premi da 20mila euro per chi vende.

ACQUISTI VALIDI E SPESE ESCLUSE

Come spiegato sul portale del Mef, non tutte le spese sono valide per partecipare alla lotteria degli scontrini. Sono escluse quelle pagate in contanti, restano utili solo quelle pagate con strumenti elettronici. Concorre all’estrazione della lotteria ogni acquisto di beni e servizi per importi pari o superiori a 1 euro. Niente lotteria neanche per gli acquisti effettuati sul web, anche in questo caso valgono le regole già in uso per il programma cashback. Esclusi anche i ticket restaurant, così come i pagamenti misti, ossia una parte in contanti e una parte con moneta elettronica. Anche gli acquisti che prevedono detrazioni o deduzioni fiscali non sono validi per l’estrazione. Il governo sta valutando la possibilità di far rientrare nell’estrazione anche gli acquisti pagati tramite bonifico bancario.

LE ESTRAZIONI

La prima estrazione mensile sarà giovedì 11 marzo e sarà la prima in assoluto della lotteria. Sono previste estrazioni mensili, ma da giovedì 10 giugno partiranno anche le estrazioni settimanali. Parteciperanno tutti i codici generati per transazioni effettuate tra il 31 maggio 2021 e il 6 giugno 2021. Sul portale della Lotteria degli Scontrini è specificato che le estrazioni settimanali si terranno di giovedì, per tutti gli scontrini trasmessi e registrati dal sistema lotteria dal lunedì alla domenica, della settimana precedente. Se la giornata di estrazione coincide con una festività nazionale, slitterà al giorno feriale successivo. È prevista anche un’estrazione annuale. Ogni scontrino partecipa sia all’estrazione settimanale, sia a quella mensili e all’annuale.

I PREMI

I premi della lotteria non sono soggetti a tassazione, a differenza delle lotterie nazionali o, per esempio, dei gratta e vinci. La vincita viene corrisposta direttamente dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, con un bonifico bancario o con assegno circolare non trasferibile. Le estrazioni prevedono premi sia per i cittadini che fanno acquisti che per gli esercenti. La prima estrazione mensile dell’11 marzo distribuirà 100mila euro a 10 acquirenti e premi da 20mila euro a 10 esercenti, relativi a transazioni effettuate nel mese di febbraio. Dal 10 giugno inizieranno anche le estrazioni settimanali che mettono in palio 15 premi da 25mila euro ciascuno per il consumatore e 15 premi da 5mila euro per l’esercente. L’estrazione annuale assegnerà 1 premio da 5 milioni di euro per il consumatore più fortunato e un premio da 1 milione di euro per l’esercente.

COME RISCUOTERE IL PREMIO

E se la dea bandata avesse scelto di farci vincere? Nessun problema se non si dovesse più trovare lo scontrino, non serve conservarlo. I vincitori della lotteria, infatti, saranno informati immediatamente tramite sms, mail o instant messaging se i relativi dettagli sono stati forniti dal consumatore nell’area riservata del Portale Lotteria. In ogni caso, si riceverà una convocazione formale in due modi: tramite Pec (sempre all’indirizzo che il consumatore ha indicato sul Portale Lotteria); tramite raccomandata con ricevuta di ritorno che viene inviata all’ultimo domicilio fiscale conosciuto dall’Agenzia. C’è tempo 90 giorni per riscuotere il premio. Diversamente, i soldi finiranno per diventare premi da ridistribuire in occasione dell’estrazione annuale. È possibile anche accedere tramite Spid o Carta nazionale dei servizi all’area riservata del Portale Lotteria per controllare il numero di scontrini validi per la lotteria e quanti biglietti virtuali sono stati generati nell’anno e a quale estrazione si parteciperà.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 14 =