Ultime Notizie

«La mia vita è stata come una strada di montagna: tortuosa, piena di insidie, di curve pericolose; a volte mi sono fermato è vero, ho pensato di non farcela ad arrivare in cima, ma poi cercando dentro me stesso, ho trovato le forze per salire sui pedali e spingermi ancora avanti, più forte, senza guardarmi indietro, senza rimpianti».

“Dalla strada alla terra” di Luciano Natali è un romanzo di formazione narrato in prima persona che parla di cambiamento, di rinascita e di una profonda amicizia. È la storia di Massimiliano, un giovane che ha fatto tanti errori nella vita ma che ha il coraggio di ricominciare da zero; è l’intenso racconto di un viaggio – fisico, mentale e spirituale – pieno di ostacoli e di prove da superare, di grandi sofferenze ma anche di immense gioie.

Luciano Natali presenta un romanzo in cui vi è anche una sentita riflessione sul valore della solidarietà e dei piccoli gesti altruistici che si possono compiere per rendere il mondo un posto migliore. Attraverso la storia di Massimiliano e del suo amico Sandrino, cresciuti negli anni Ottanta nel quartiere di Trastevere tra delinquenza e povertà, l’autore ci vuole ricordare che non è mai troppo tardi per cambiare il proprio destino, e che anche se si nasce in un posto dimenticato da Dio si può coltivare la speranza di migliorarsi, di concedersi nuove opportunità.

L’amicizia tra Massimiliano e Sandrino cresce con loro, rendendoli inseparabili – sono infatti chiamati “i Gemelli” – ma le attitudini distruttive di Sandrino fanno sì che si mettano spesso nei guai, e che entrino presto nel giro della droga e dello spaccio di eroina. Quando il romanzo si apre incontriamo un Massimiliano diverso, che ha ormai cambiato vita, ma un pezzo importante del suo passato riemerge: Sandrino è uscito di prigione dopo più di dieci anni ma è stato ferito gravemente; il protagonista deve a questo punto fare i conti con i ricordi del suo doloroso percorso di perdizione e di successiva redenzione, raccontando la dura verità alla donna che ama e anche a noi lettori, che viaggiamo con lui tornando a trent’anni prima e passando attraverso le dure fasi della sua esistenza.

L’autore ci conduce dalle strade malfamate dell’antica periferia romana fino alle rosse e aride terre del Mozambico, raccontandoci una toccante storia di caduta nel baratro e di risalita verso la luce – «Ripensai al percorso che avevo fatto negli ultimi anni, da dove ero partito, gli ostacoli abbattuti, tutta la sofferenza accumulata e, tutto a un tratto, dall’oblò mi apparse lei, la terra rossa. Non esitai un attimo di più e trovai il nome del mio Diario. “Dalla Strada alla Terra”».

SINOSSI DELL’OPERA. Massi è un giovane nato alla fine degli anni ’60 a Trastevere, quartiere storico e popolare di Roma. Con il suo amico fraterno Sandrino, fin dall’infanzia, rimangono intrappolati in una città fatta di trasgressioni, criminalità e falsi miti. I due crescono senza arte né parte, senza alcuna istruzione e senza valori. Quando la vita li costringe a separarsi per molto tempo, Massi prova, senza successo, a gestire da solo la sua vita. Fino a quando non incontra Silvia, una giovane studentessa responsabile di un’associazione di volontariato. Massi prova in ogni modo a conquistarla, ma non avrà vita facile a causa delle loro differenze sociali. Lui, per cercare di assottigliarle, tenterà ogni strada; anche quella che lo porterà fino all’altra parte del mondo. “Dalla strada alla terra” non è solo un viaggio nei luoghi e nei sentimenti, ma soprattutto un percorso che va dal particolare all’universale e viceversa.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE. Luciano Natali è nato nel 1984 in un quartiere popolare di Roma, Ostia Lido. Fin dalla giovane età ha partecipato attivamente, insieme con la sua famiglia, alle numerose iniziative della Comunità di Sant’Egidio, che hanno avuto un ruolo fondamentale per la sua formazione professionale e umana. Tra le numerose attività svolte per la comunità, è stato il frontman di un gruppo musicale, “I Giovani per la Pace”, con il quale ha suonato in molte città d’Italia e d’Europa. Le tematiche affrontante nelle sue canzoni sono: No alla Guerra, al Razzismo e all’Indifferenza verso i più poveri e i più deboli. Queste esperienze, grazie anche ai viaggi fatti in Africa, lo hanno ispirato a scrivere il suo primo romanzo “Dalla strada alla terra”. Nel manoscritto è citata in più di un’occasione la sua canzone “L’Attimo”, che parla del sostegno – impegno nella lotta contro l’Aids, attraverso il programma D.R.E.A.M. della Comunità di Sant’Egidio.

Scarica copertina a questo link

Contatti

https://www.facebook.com/LucianoNataliAutore

https://www.instagram.com/nataliluciano_autore/

https://www.ibs.it/dalla-strada-alla-terra-libro-luciano-natali/e/9788827553527

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =