Ultime Notizie

Melania Trump, il look da oltre 75 mila dollari per «festeggiare» la fine

Ha voluto lasciare la Casa Bianca in grande stile. Altro che look funereo. Il look di Melania Trump nel giorno in cui il marito Donald ha passato le consegne a Joe Biden è stato davvero da capogiro, soprattutto se pensiamo a quanto è costato.

Trump, la trasformazione di Melania: dal nero della Casa Bianca all’arancione della Florida. E ritrova il sorriso

Se agli osservatori meno attenti può essere sembrata una mise sobria, quasi di basso profilo, Melnia era vestito di nero «a lutto», ha commentato qualcuno, i più attenti avranno subito notato l’incredibile borsa al braccio dell’ormai ex First lady Usa: una Birkin di Hermés in pelle di coccodrillo nera, dal valore stimato di oltre 70.000 dollari. Si tratta di una delle It Bag più esclusive al mondo: la lista d’attesa per ottenerla è lunga quasi 5 anni. Completa l’impeccabile abbigliamento una “petite veste noire” di Chanel, la classica giacchina nera in tweed il cui costo si aggira attorno ai 5.000 euro, con tubino nero coordinato. Per finire, decolletè in coccodrillo nere di Christian Loboutin dai tacchi vertiginosi da circa 800 dollari. 

Il messaggio

Altro che lutto, dunque. Dietro la apparente sobrietà di Melania si nasconde un messaggio preciso e tutta la sua gioia per la fine di una presidenza che secondo i rumors è stata per lei un vero incubo. E lo si nota anche da altri indizi:  per la prima volta Melania non ha ritirato la mano quando Donald Tump ha provato a stringergliela. Trump ha tenuto stretta la mano di Melania fino a quando la coppia è arrivata sotto il palco e ha cominciato a salutare. Non solo, l’ormai ex first lady ha addirittura concesso qualche sorriso ai fotografi, cosa mai successa finora, a dimostrazione della sua felicità segreta di uscire di scena.

Donald Trump saluta ma punta al nuovo partito (e i repubblicani tremano). La carta Ivanka

Più amata del marito e considerata il volto ‘buonò della famiglia Trump, la First Lady ha detto infatti addio alla Casa Bianca con un indice di gradimento in caduta libera. Chi riponeva in lei la speranza di gestire un presidente molto spesso sopra le righe è rimasto deluso. Se all’inizio molti invocavano ‘free Melanià, ora la grande maggioranza degli americani le ha voltato le spalle e l’accusa di non essersi saputa imporre, ad esempio portando avanti la sua ‘Be Best’ – l’iniziativa contro il bullismo anche online – contro il marito, da molti ritenuto il ‘Bully in Chief’. Sempre defilata e quasi timida davanti alla telecamere nonostante la sua precedente carriera di modella, Melania ha attirato più attenzione per il suo look che per la sua azione da First Lady. Dalla camicetta rosa ‘pussy-bow’ nell’ambito dello scandalo che ha travolto il marito per i commenti su Access Hollywood al famoso giacchetto ‘I don’t care, do U?’ indossato per la visita ai bambini immigrati separati dalle famiglie al confine con il Messico.

La first lady riluttante

La sua è stata un’avventura con poche luci e molte ombre, con Melania apparsa sollevata dalla prospettiva di sottrarsi ai riflettori e poter tornare alla sua vita lontano dalla politica, nel suo castello dorato di Mar-a-Lago. A ereditare la Casa Bianca è ora Jill Biden, l’insegnate d’America snobbata da Melania fino alla fine. Una donna che ha già annunciato la sua intenzione di non voler rinunciare alla sua passione per l’insegnamento e di voler continuare ad andare in classe per i suoi alunni. E per la quale il look è più eleganza e low profile perché non deve rubare la scena ai contenuti. (Il Mattino)

Walter Nicoletti
Follow Me
Latest posts by Walter Nicoletti (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + quattordici =