MON AMOUR Il nuovo singolo di GIULIA feat Samuel Storm

MON AMOUR

Il nuovo singolo di GIULIA feat Samuel Storm

La colonna sonora per un’estate speciale

12_PH Gaetano La Fico (FAERIA STUDIOS).jpg

Venerdì 3 luglio è uscito in tutti gli Store, sulle piattaforme digitali e in radio Mon Amour, il nuovo singolo di GIULIA feat Samuel Storm, produzione artistica Roberto Cardelli, scritto da Roberto CardelliGiulia LuziPiero Romitelli e Samuel Storm, produzione esecutiva Pasquale Mammaro per l’etichetta Starpoint Corporation distribuzione Believe.


Mon Amour, inizialmente scritto in italiano e francese da Giulia LuziPiero Romitelli e Roberto Cardelli, si è arricchito della scrittura e interpretazione in inglese con il featuring di Samuel Storm (già concorrente di XFactor 11, edizione 2017, nella squadra di Fedez) e oggi è l’unico brano ad essere scritto in tre lingue.

GIULIA, conosciuta dal panorama musicale e cinematografico come Giulia Luzi, che ricordiamo sul palco del Festival di Sanremo Edizione 2017 nella categoria Big con Raige, oggi coniuga la propria voce limpida con quella calda di Samuel Storm.

GIULIA: “Per Mon Amour, Samuel mi è subito sembrato perfetto, con la sua voce piena e corposa che si sposa perfettamente con la mia. Al di là delle indiscutibili doti artistiche, Samuel è una bella persona, pulita e ricca dentro che ha dato al brano un forte valore aggiunto“.

Un nuovo inizio e cambio di stile per GIULIA che per questa ripartenza decide di regalarci un brano leggero ma “educato” ed elegante, con uno stile che rimane inconfondibile per un’artista che, nonostante la giovane età ha già raccolto una serie di successi personali nel mondo del cinema, del musical e della televisione con l’esordio a soli 9 anni.

Afferma Samuel Storm: “Mi è piaciuta subito la voce di GIULIA e il primo ascolto del brano mi ha ispirato a scrivere di getto. Un incontro vero tra me e lei, apparentemente così lontani, in realtà così vicini“.

Mon Amour, fortemente radiofonico, si propone di diventare il nuovo tormentone estivo,  ma anche la colonna sonora di un’estate particolare che sembrava non poter arrivare, per regalare a tutti un momento di piacevole leggerezza, fatto di ritmo, talento e immagini mozzafiato.

Il videoclip di Mon Amour, girato nella splendida cornice siciliana, dall’atmosfera estiva e spensierata, ci farà sognare su un caicco in mezzo al mare per traghettarci nella cornice barocca dello splendido Teatro Massimo Bellini di Catania.

Farà da protagonista una coreografia di ballo eseguita da grandi artisti come Klaudia Pepa, già ballerina di Amici, affiancata dai famosi ballerini di reggaeton, i Meneo Kings e un corpo di ballo formato da dieci ballerini professionisti sulla coreografia di Luca Barbagallo.

MON AMOUR

(R. Cardelli – G. Luzi – P. Romitelli – S. Storm)


When I was young my mamma told me
Don’t you ever feel small
Go get a taste of that good life
Work as hard and party all night

So I party from Monday to Sunday
It’s Friday night so we don’t care
If you need somebody to hold you
I’ll be here, so baby come find me

Ma io voglio una vita come quelle dei film
La bella vita di Angelina Jolie
E poi ballare a piedi scalzi
Senza un domani, che non è tardi

I wanna party like it’s 1960
Put on your shoes and come with me

È finita o comincia la festa
Punti di vista
Punti di vista

Mon amour mon amour
Tu sais que je t’aime toujours?
Ton visage est tres joli
Mais tu me vois comme une amie
Et donne moi au moins une seconde
Alors laisse moi voir le monde
Je veux être ta reine, oui
Amami amami

Amami amami amami

Girl let me take you everywhere
Just like a queen you need a crown
And I can’t pretend that I don’t care
You know I’ll never let you down

Ma io già ti conosco oppure è un dejavu
Hai gli occhi neri con la luce blu
E quando balli tu non segui i passi
Il tempo sbagli ma muovi i fianchi


I don’t care how you move your feet

Just feel the beat and dance, baby

È finita o comincia la festa
Punti di vista
Punti di vista

Mon amour mon amour
Tu sais que je t’aime toujours?
Ton visage est tres joli
Mais tu me vois comme une amie
Et donne moi au moins une seconde
Alors laisse moi voir le monde
Je veux être ta reine, oui
Amami amami

I don’t really care
I don’t wanna know
I just wanna dance with you
Baby we can go anywhere you want
Just tell me what I gotta do

A mezzanotte
A mezzanotte
Qui le giornate ormai si sono capovolte

When it’s midnight
When it’s midnight
I’m gonna bring the sun

Mon amour mon amour
Tu sais que je t’aime toujours?
Ton visage est tres joli
Mais tu me vois comme une amie
Et donne moi au moins une seconde
Alors laisse moi voir le monde
Je veux être ta reine, oui
Amami amami
Amami amami amami

Mon amour mon amour
Tu sais que je t’aime toujours?
Ton visage est tres joli
Mais tu me vois comme une amie

Giulia Luzi –  GIULIA Biografia

Giulia Luzi è una giovane donna, un’artista con una carriera di tutto rispetto: a soli nove anni è scelta dal Maestro Brancucci per il doppiaggio cantato dei prodotti della Disney dando la voce a Hannah Montana, ad Ariel nella Sirenetta 3 e comeprotagonista nel film di Natale di Tom Hanks Polar Express. A undici anni esordisce come attrice nei “Cesaroni” e in “Un medico in Famiglia”. Poi il Musical Romeo e GiuliettaAma e cambia il mondo, al fianco di Davide Merlini e in seguito concorrente di Tale e Quale Show di Carlo Conti. A conferma del suo talento come interprete, Giulia nel 2017 ha calcato l’ambìto palco dell’Ariston con Raige col brano “Togliamoci la voglia” nella categoria big.
Giulia, nonostante sia entrata a far parte del mondo dello spettacolo ancora bambina, sa perfettamente come possa essere complicato e dice sorridendo, di conoscere bene quante e quali trappole possano esserci in quest’ambiente dove si muove sapendo come tenere la propria vita privata lontano dai riflettori.
Lei non si accontenta mai chiedendo a se stessa sempre di più, lavorando con impegno per realizzare i propri sogni e difendendoli con determinazione. Quello che colpisce di lei, che è cresciuta sul palcoscenico, è la sua genuinità senza “trucchi” che la rende unica e inconfondibile. Dice di sé: “Sono combattiva e forte e allo stesso tempo molto semplice. Per vivere bene, non mi serve molto e di certo non i beni materiali. Ciò che sono, lo devo ai miei genitori che mi hanno educata amorevolmente aiutandomi a rimanere con i piedi per terra. Loro mi hanno permesso di realizzare i miei sogni, facendo grandi sacrifici per accompagnarmi sui set o in sala d’incisione, lasciandomi libera di scegliere la mia strada. Oggi sono felicemente fidanzata con Davide che non ha niente a che vedere con quest’ambiente, ma che mi supporta e accompagna ogni volta che gli è possibile, comprendendone ormai bene le dinamiche. Se oggi sono qui a fare il “mio” mestiere è grazie alla mia famiglia, consapevole che senza il loro appoggio non sarebbe stato possibile”.
Giulia Luzi ha dimostrato di avere molteplici talenti e una passione non solo per la musica, ma per ogni forma d’arte. Oggi, nonostante sia impegnata in un nuovo e ambizioso progetto discografico, per il quale è semplicemente GIULIA, sta studiando Arti dello Spettacolo all’università peresprimere al meglio tutte le sue potenzialità a trecentosessanta gradi. Giulia trova nell’arte tutta la sua piena realizzazione riuscendo a esprimere la sua vera essenza con un’eleganza e una leggerezza che connota il suo stile inconfondibile.

Samuel Storm – Biografia

Un nome, un destino: Samuel Storm ha la forza vitale e indomabile di una vera tempesta. Samuel viene dalla Nigeria, una terra dove ritmo, canti e colori sono per tradizione espressione di un popolo. Samuel, per questa ragione non si è reso conto della potenzialità della sua voce, ma poco alla volta, andando a cantare anche nelle comunità vicine, realizza come cantare e fare musica, siano per lui molto più che un passatempo. Un destino che la musica aveva già scritto per lui: Samuel, appena diciassettenne, sente la necessità di andare avanti, di tentare il tutto e realizzare il suo sogno. Coraggioso, amante dell’avventura e sicuramente con l’incoscienza della giovane età, affronta il viaggio più difficile della sua vita: lascia la sua terra, la sua famiglia e dopo aver attraversato il deserto e il mare, dopo nove lunghi mesi, che non a caso forse sono anche quelli di una gestazione, Samuel sbarca in Sicilia dove, probabilmente, nasce una seconda volta. Viene accolto a Catania, poi in comunità ad Acireale dove impara l’italiano e la sua insegnante, a sorpresa, gli regala la prima chitarra che da quel momento diventa compagna inseparabile e strumento della sua arte . “Sono Samuel, Samuel Storm; vengo dall’Africa e amo la musica che mi ha salvato”, con queste poche parole Samuel si presenta, perché le parole sono superflue quando comincia a cantare. Lui, confessa, suona dovunque e l’ispirazione arriva all’improvviso: “Scrivo di notte, vivo il momento di pace mentre la città dorme. Ho sempre la chitarra accanto, in qualunque momento se mi viene l’ispirazione devo scrivere. Anche se guardo un film, lo metto in pausa, niente riesce a distogliermi dalla musica”. Samuel sorride e sottolinea come sia consapevole che un destino, una forza superiore, o quel Dio che lui cantava nella Chiesa della sua comunità in Nigeria, abbia tracciato per lui un sentiero: “ Ho ricevuto un grande dono, ci ho messo tutta la mia determinazione, ma sono stato anche fortunato ad incontrare chi mi ha notato e portato in comunità ad Acireale; chi mi ha regalato la chitarra, chi mi ha portato da Valentina Spampinato (mia attuale manager) che mi ha permesso di vincere una borsa di studio nella sua Accademia grazie alla quale sono approdato a XFactor e in finale. Sono ancora in cammino, so di dover e poter fare ancora tanta strada, con la mia musica e le mie canzoni che parlano per me più delle parole”.

Vito
Follow Me
Latest posts by Vito "Nik H." Nicoletti (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 5 =