Ultime Notizie

Con il patrocinio del Parco Regionale del Vulture del Dipartimento ambiente ed energia della Regione Basilicata, anche questa estate Monticchio vivrà giornate di rilevanza culturale.  

MonticchioCineLaghi dal 22 al 25 luglio prossimi sarà Cinema d’autore, Biosfera, Escursioni, Arte, inserita nella XXVII Mostra CinEtica motivata su Ecologia dell’anima. L’iniziativa è promossa dal CineClub “Vittorio De Sica” – Cinit e la ProLoco Monticchio, unitamente ad altre associazioni ambientaliste e di volontariato, rientrante nel programma MAB (Man and the Biosphere) per la candidatura di Monticchio quale sito UNESCO. Patrocinio anche dei Comuni di Atella, Melfi e Rionero, nei cui territori insiste Monticchio.

Location d’eccezione saranno le millenarie Mura di Sant’Ippolito sull’istmo dei due laghi vulcanici.

Nel novero delle diverse iniziative svolte dal De Sica – Cinit da 28 anni in Basilicata e oltre, rimane prioritaria quella di essere al servizio della crescita culturale ed ambientale del territorio.

Sull’onda del successo della passata edizione di MonticchioCineLaghi – che in 5 serate, nell’Arena dell’Istmo, ha portato oltre 1200 persone (nel rispetto dei protocolli di sicurezza) – l’organizzazione conta anche per questa estate di replicare la proficua esperienza, coinvolgendo attività imprenditoriali e turistiche. Lo sostiene Armando Lostaglio, presidente del De Sica che cura la direzione artistica.

Pertanto, il De Sica, la ProLoco Monticchio ed altre Associazioni ambientaliste e di volontariato, ripropongono il FilmFest ed escursioni di biosfera, unitamente a teatro e arte, con un programma che prevede anche in questa edizione l’intervento di attori, registi e scrittori. L’obiettivo – sottolinea Anna Innocenti presidente ProLoco – rimane quello di conferire un maggiore rilancio ad una località e ad un territorio di rara bellezza, riconosciuta a livello nazionale fin dagli anni ’30 del secolo scorso, ma da tempo tenuta in un decadimento ambientale e socio-economico.

Un calendario di ampio respiro: ogni serata prevede una personalità con radici lucane.

La marcialonga attorno ai due laghi vulcanici introduce le quattro serate di FilmFest, di teatro, di escursioni nei luoghi del silenzio; ogni serata prevede la presenza di personalità del Cinema e della cultura. MonticchioCineLaghi è gemellato con il Matiff cinefestival internazionale di Matera: sarà presente (il 23) Raffaele Petralla, fotoreporter lucano di fama internazionale che presenterà il contest fotografico del Matiff 2021, e il suo libro “Mari El, A Pagan Beauty”, otto anni di lavoro in una regione della Russia sull’ultima popolazione pagana d’occidente. Spazio nella stessa serata anche al giovane cinema iraniano – con il quale il De Sica collabora – e i cortometraggi di Mohammad Ghanefard “The Chance” ed “Exam” di Sonia K. Adad. I registi, impossibilitati a venire in Basilicata, invieranno un messaggio video.

Saranno, inoltre, a Monticchio, i registi Giuseppe Varlotta (di Asti, con origini proprio nel Vulture) con due suoi film “Zoè” e “Nanà” e la documentarista siciliana Nella Condorelli presenterà l’anteprima lucana del suo film La storia vergognosa; ospite a Monticchio anche l’attore protagonista Carmelo Rappisi. Sarà l’occasione per i registi presenti di realizzare un documentario sul territorio di Monticchio e del Vulture – a cura di BweB TV di Gerardo Graziano – al fine di carpirne il genius loci, da proporre quindi in vari festival internazionali. Sarà donato ai registi il BasilicataCinemaAward a cura del network lucano di Festival cinematografici.

Spazio anche a teatro e arte: Dino Becagli propone il suo “Cantico delle creature – salviamo il pianeta”, mentre Paolo Romano (attore affermato e volto noto di “Un posto al sole” Rai3) porta in scena “Demasiado” con Manolo Macrì, tratto da un libro di Sandro Medici, autore di origine lucana, pure presente a Monticchio. L’artista Vittorio Vertone terrà una live performance di Rapidismo (corrente da lui creata).

Prologo del MonticchioCineLaghi saranno escursioni e prolusioni su biosfera e rispetto dell’ambiente.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × cinque =