Ultime Notizie

Da Matera alla Giamaica, un viaggio tra le location più belle per scoprire dove è stato girato 007- No Time to Die. Ma non solo. Trama, cast, scene da Guinness e altre curiosità. Ecco tutto quello da sapere sul venticinquesimo capitolo della saga di James Bond, l’agente segreto più famoso del cinema, l’ultimo film con Daniel Craig.

James Bond torna al cinema con 007 – No Time to Die, quinto e ultimo film con Daniel Craig, e conquista i botteghini. Girato in Italia, Norvegia, Giamaica, Londra e Isole Faroe il nuovo capitolo della saga di 007, durante il primo weekend nelle sale, conferma le aspettative del pubblico e l’affetto degli spettatori nei confronti dell’agente segreto nato dalla penna di Ian Fleming, schizzando al primo posto e risultando l’uscita più forte dalla riapertura delle sale cinematografiche ad aprile 2021. L’incasso: 2.6 milioni di euro in soli 4 giorni.

Un successo non scontato, ma meritato, per il James Bond numero 25 che con questo film chiude un’era. È infatti un’uscita di scena spettacolare ed emozionante quella di Daniel Craig che, dopo aver dato il volto negli ultimi 15 anni al più famoso agente segreto della storia, congeda il suo personaggio con la consapevolezza di aver dato inizio a un nuovo corso.

Dove è stato girato 007 – No Time to Die: Matera e l’Italia
No Time To Die arriva cinque anni dopo Spectre, che si era concluso con Bond e Madeleine Swann (Léa Seydoux) in viaggio lungo le coste italiane a bordo dell’Aston Martin DB5. Li ritroviamo ancora insieme in questo nuovo episodio. Almeno all’inizio. Bond appare per la prima volta mentre passeggia con Madeleine tra le strade tortuose di Matera.

La città dei Sassi appare avvolta da una luce tenue, calda e sfocata e non è stata una scelta casuale. “L’Italia era l’ambientazione perfetta”, ha dichiarato il regista Cary Fukunaga, “perché alla fine di Spectre i protagonisti si allontanano verso il tramonto… e quale posto più romantico dell’Italia? E l’antica città di Matera era semplicemente incredibile: dovevamo girare lì”.

007 – No Time to Die: trama
Secondo il produttore della serie Michael G. Wilson, la narrazione di James Bond doveva ripartire dalla relazione tra 007 e Madeleine. Ma a che punto? Il problema era come continuare a raccontare la storia d’amore ed esplorare i temi che sono diventati centrali nei film di Daniel Craig. Questi ruotano attorno al rapporto di Bond con Madeleine, forgiato in Spectre tra le nevi dell’Austria e il caldo del Nord Africa, e la sua graduale volontà di riportare l’amore e la fiducia nella sua vita.

E così, la prima parte del film segue la luna di miele di Madeleine Swann e James Bond, una volta andato in “pensione”. Ovviamente le cose non vanno sempre secondo i piani. “I due finiscono per prendere strade diverse”, anticipa il regista Fukunaga. “Poi, lo ritroviamo cinque anni dopo, in un mondo cambiato, che è andato avanti parallelamente all’intero panorama politico”.

In No Time To Die, Bond ha lasciato il servizio attivo e si gode una vita tranquilla in Giamaica. Ma una nuova minaccia incombe e coinvolge la SPECTRE e 007 deve tornare ad aiutare l’MI6 per impedire che un’arma distruttiva metta in pericolo il mondo intero.

La missione, che prevede la liberazione di uno scienziato rapito, si rivela però molto più insidiosa. E questa volta Bond si troverà sulle tracce di un misterioso criminale armato di una nuova e pericolosa tecnologia.

007 – No Time to Die: l’addio di Daniel Craig a James Bond
Nulla sarà più lo stesso dopo No Time To Die e sembrano lontani i tempi in cui il pubblico aveva aspramente criticato la scelta dell’attore britannico come nuovo James Bond. Poco carisma, troppi muscoli, troppo lontano dallo charme ed eleganza a cui ci avevano abituati Sean Connery, Roger Moore e Pierce Brosnan.

Ed è in effetti un moderno James Bond quello che ha portato sugli schermi Daniel Craig negli ultimi 5 film, tanto che ora si fatica a pensare a un futuro dopo di lui. Noir, vulnerabile, sofferto, è uno 007 più umano. Un personaggio a tutto tondo e poliedrico, temprato dai fallimenti e dalle sconfitte. Ben lontano dall’eroe del mito e della leggenda.

Il pubblico ha assistito a questo cambiamento. Ha visto Bond diventare un agente, guadagnarsi la licenza per uccidere e pagarne il prezzo. Ha amato e ha perso Vesper Lynd, così come ha perso M., e porta quelle ferite sotto gli occhi di tutti.

“Ho iniziato così con Casino”, ha dichiarato Craig. “È così che ho definito il modo di interpretare questo personaggio meraviglioso. Volevo che Bond sembrasse un assassino e che si comportasse come un assassino, perché lo è; è così che è stato scritto. Ma volevo darne una versione moderna”.

007 – No Time to Die: l’amore e l’azione
Il suo viaggio attraverso Casino Royale, Quantum Of Solace, Skyfall, Spectre e ora No Time To Die è sempre dominato i grandi temi. “Sono sempre stato molto soddisfatto del modo in cui si sono sviluppati i film di 007 a cui ho preso parte”, ha dichiarato Craig. “Sono incentrati sulle relazioni, e su come queste lo hanno influenzato e gli hanno cambiato la vita. Che si tratti del villain o delle persone con cui lavora, questo film ha approfondito questo aspetto. E i temi più importanti sono l’amore e la fiducia”. Insieme all’azione.

“Come in tutti i film di Bond, ovviamente anche in questo ci sono azione e avventura – ne abbiamo in abbondanza – ma per rendere credibile questo genere di film c’è bisogno di far vivere ai personaggi un viaggio emotivo soddisfacente. Quindi in No Time To Die c’è una storia d’amore, ma è davvero complicata e, si spera, affascinante da guardare” ha concluso Daniel Craig.

007 – No Time to Die: il cast
Questo ultimo capitolo di James Bond, 007 – No Time to Die, spicca anche per il cast. Ad affiancare la coppia Daniel Craig e Léa Seydoux, troviamo uno splendido Rami Malek nei panni dell’antagonista Lyutsifer Safin, un “supercattivo” dal volto sfigurato, che pensa di essere un eroe salvatore dell’umanità e che ha qualche conto in sospeso con la psicologa Madeleine Swann.

Ma in No Time to Die non abbiamo un solo 007: impariamo a conoscere in questo nuovo film della saga Lashana Lynch è Nomi, il nuovo agente 00, entrata in servizio attivo dopo il ritiro di Bond.

Torna poi Christoph Waltz in Ernst Stavro Blofeld, storico nemico e fratello adottivo di Bond a capo dell’organizzazione criminale Spectre, mentre Ana de Armas è Paloma, un’agente della CIA che aiuta Bond. Completano il cast di 007 – No Time to Die Naomie Harris in Eve Moneypenny, Jeffrey Wright in Felix Leiter, Ralph Fiennes in Gareth Mallory/M, capo dell’MI6, Dali Benssalah in Primo, con cui Bond si sconta a Matera, David Dencik nei panni dello scienziato Valdo Obruchev, e Billy Magnussen in Logan Ash.

Cosa succede dopo No Time to Die: James Bond muore? E chi sarà il nuovo 007?
Lungi da cadere in spoiler, non riveleremo il destino di James Bond in No Time To Die. In molti però si sono interrogati sul futuro del franchise.

“La saga continuerà”, ha spiegato alla Bbc Barbara Broccoli, figlia di Albert Broccoli, storico produttore dei film di James Bond e fondatore della casa di produzione cinematografica EON Productions. “Il prossimo anno sarà il 60esimo anniversario di Agente 007 – Licenza di uccidere, quindi non vediamo l’ora che arrivi un nuovo capitolo”.

Chi prenderà il posto di Daniel Craig nei panni del nuovo 007? Toto nomi e altre curiosità sul film nelle prossime card: trama, cast e location, scopri di più su 007 No Time to Die

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × uno =