5 minuti

Fino a domenica 15 maggio, incantesimi, seduzioni, ippogrifi, follie d’amore, imprese eroiche e molta ironia sono gli ingredienti dell’Orlando furioso, resi da voci d’eccezione in una produzione firmata dal giovane Fabio Ceresa che rievoca la meraviglia della macchina scenica barocca. 

Dopo aver lanciato la Renaissance Baroccanel 1978, Orlando furioso torna a Verona nel teatro inaugurato dallo stesso Vivaldi: a Verona lo fa dopo aver riscosso successi in tutto il mondo e nell’elegante allestimento coprodotto dal Festival della Valle d’Itria e dal Teatro La Fenice e con eccezionali interpreti. Gli equivoci e le diverse combinazioni dei paladini cavallereschi e dei loro incostanti o contrastati amori, veri o frutto di sortilegi e seduzioni, sono in realtà una ricchissima cornice intorno ad Alcina, vero motore dell’opera vivaldiana. I brani dell’opera mostrano i diversi affetti che i personaggi provano, le loro battaglie interiori e il lieto fine che coglie lo spirito dell’opera barocca come meraviglia e festa. I virtuosismi di questi affetti sono affidati ad un cast richiesto in tutto il mondo, specialmente in questo repertorio, in molti casi al debutto sul palcoscenico del Teatro Filarmonico di Verona: il mezzosoprano Teresa Iervolino è OrlandoSonia Prina Ruggiero e Laura Polverelli MedoroChiara Tirotta interpreta Bradamante e Francesca Aspromonte AngelicaChristian Senn Astolfo e Lucia Cirillo la maga Alcina.

Giulio Prandi, alfiere del repertorio barocco a Verona, dirige il Coro preparato da Ulisse Trabacchin e l’Orchestra su strumenti moderni integrandoli ai suoni di un continuo storicamente informato con due cembali e tiorba, nell’edizione critica curata dal massimo vivaldiano Federico Maria Sardelli. L’allestimento di Fabio Ceresa, realizzato a Verona nella ripresa di Federico Bertolani, vanta le scene di Massimo Checchetto coadiuvato da Olimpia Russo, i costumi di Giuseppe Palella, le luci di Fabio Barettin e i movimenti mimici di Silvia Giordano. Ceresa ha accuratamente analizzato il testo partendo dall’edizione critica e lo ha adattato operando tagli e spostamenti di numeri musicali nel rispetto della drammaturgia originaria. La durata complessiva dell’opera in tre atti prevede 160 minuti di spettacolo e due intervalli.

Le ultime repliche di Orlando furioso mercoledì 11 maggio (alle 19), venerdì 13 maggio (alle 20) e domenica 15 maggio (alle 15.30). Dal 1° maggio, per l’accesso agli spettacoli non è più obbligatoria la presentazione di certificazione verde Covid-19; resta però confermato l’obbligo di mascherina Ffp2. Informazioni aggiornate al link: https://www.arena.it/it/teatro-filarmonico/info-covid

Tutto si svolge sull’isola della maga Alcina, la cui fonte ha il potere di far innamorare di lei chi vi si abbevera. È così che lei seduce Ruggiero, strappandolo all’amata e amante Bradamante. La stessa Alcina tiene prigioniera Angelica, oggetto d’amore dei poemi cavallereschi, e per questo viene sfidata da Orlando, innamorato della fanciulla; ma Angelica ama Medoro, che fortuitamente naufraga proprio sulla stessa isola: i due, ricongiunti, si sposano, causando la gelosia folle di Orlando. Nel frattempo Bradamante usa il magico anello di Melissa, pegno dello stesso Ruggiero, per annullare l’incantesimo sull’amato e per assumere le sembianze di altro cavaliere: in queste vesti ella stessa seduce Alcina, la quale non ricambia le attenzioni di Astolfo, eroe innamorato della maga. Orlando fuori di sé sconfigge lo spirito malvagio dell’antro oscuro, togliendo istantaneamente ogni potere ad Alcina e rendendo l’isola deserta, e crolla in un sono profondo, interrotto da Astolfo che gli riporta il lume della ragione. Alcina può solo giurare vendetta, mentre si festeggiano le coppie ritrovate, con la benedizione dello stesso Orlando.

Con la Stagione Lirica 2022, riprendono le iniziative di Arena Young, tra cui il Ritorno a teatro: un percorso di avvicinamento all’opera e alla musica sinfonica proposto dalla Fondazione Arena di Verona. Il mondo della Scuola potrà assistere alle rappresentazioni in cartellone per la Stagione Artistica 2022 al Teatro Filarmonico, con l’opportunità di partecipare ad un Preludio un’ora prima dello spettacolo: un momento di approccio alla trama, ai personaggi e al linguaggio del teatro in musica, che avrà luogo nella prestigiosa Sala Maffeiana. Per Orlando furioso è possibile partecipare al Preludio mercoledì 11 maggio alle 18 e venerdì 13 maggio alle 19.

Informazioni e prenotazioni: Ufficio Formazione scuola@arenadiverona.it – tel 045 8051933.

BIGLIETTERIA ARENA DI VERONA Via Dietro Anfiteatro 6/b, 37121 Verona

Apertada lunedì a venerdì 10.30 – 16.00 | sabato 9.15 – 12.45

Tel. 045 596517 ∙ Fax 045 8013287

BIGLIETTERIA TEATRO FILARMONICO Via dei Mutilati 4/k, 37121 Verona

Aperta due ore prima dello spettacolo

Tel 045 8002880 ∙ Fax 045 8013266

Punti vendita TicketOne.it

biglietteria@arenadiverona.it

Call center (+39) 045 8005151 ∙ www.arena.it

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + 12 =