Ultime Notizie

La Biennale di Venezia e Campari annunciano che è stato attribuito allo scenografo britannico Marcus Rowland (Last Night in Soho, Rocketman, Baby Driver, Scott Pilgrim vs. the World) il premio Campari Passion for Film della 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (1 – 11 settembre 2021).

Il premio Campari Passion for Film, istituito tre anni fa alla 75. Mostra, si propone di valorizzare lo straordinario contributo che i collaboratori più stretti del regista offrono al compimento del progetto artistico rappresentato da ciascun film. Passion for Film premia a turno una di queste figure (tre anni fa il montatore statunitense Bob Murawski, due anni fa il direttore della fotografia italiano Luca Bigazzi, l’anno scorso il trombettista jazz e compositore Terence Blanchard), non semplici artigiani ma artisti e co-autori delle opere a cui offrono il contributo del loro insostituibile talento.

La consegna del premio a Marcus Rowland avrà luogo sabato 4 settembre alle ore 22.00 in Sala Grande (Palazzo del Cinema), prima della proiezione Fuori Concorso di Last Night in Soho (Uk, 118’) di Edgar Wright con Anya Taylor-Joy, Thomasin Harcourt McKenzie, Matt Smith, Terrence Stamp, Diana Rigg, di cui Marcus Rowland è l’autore delle scenografie.

A proposito del riconoscimento, Alberto Barbera ha dichiarato: “Ciò che i registi con cui ha lavorato nel cinema, in televisione e in pubblicità, apprezzano maggiormente in Marcus Rowland è la capacità di trasformare in realtà ciò che è solo un’immagine mentale. Legato a Edgar Wright da un sodalizio che dura da vent’anni, è il collaboratore perfetto del regista che ne apprezza la creatività senza limiti, e la capacità di andare oltre quello che normalmente si pensa uno scenografo faccia sul set. Coinvolto sin dalle prime fasi di sviluppo della sceneggiatura fino al termine della post produzione, è un artista nel senso pieno del termine che collabora compiutamente alla concezione dell’aspetto generale che il film dovrà assumere, dagli ambienti alla scelta delle location,  dalla tavolozza di colori dei costumi e del trucco degli attori, sino alla scelta degli effetti speciali da utilizzare. Edgar Wright lo considera uno dei suoi rari collaboratori che rappresentano
 una sorta di bussola creativa, da consultare prima di affrontare ogni singola fase del processo creativo di un film”.

“Siamo molto orgogliosi di confermare, per il quarto anno consecutivo, il Premio ufficiale ‘Campari Passion for Film Award’, creato da Campari insieme alla Direzione Artistica della Mostra – dichiara Clarice Pinto, Senior Marketing Director Campari Group – Mantenendo come filo conduttore tutto ciò che nasce dalla Passione, intesa come elemento fondamentale di ispirazione per la Creatività, il Premio è volto a valorizzare le figure che, accanto al regista, contribuiscono a rendere eccellente l’arte cinematografica.  Quest’anno, con Marcus Rowland, abbiamo premiato una professione dalla spiccata sensibilità estetica ed artistica, quella dello scenografo, caratterizzata dalla capacità di saper guardare oltre le barriere e rendere protagoniste la fantasia e l’immaginazione”.

Marcus Rowland
E’ nato in una base della RAF in Germania, vicino al confine olandese. Ha studiato arte allo York Art College e ha ottenuto un diploma in discipline artistiche alla North Staffordshire University. Dopo l’università ha vissuto a Londra, dove ha iniziato subito a lavorare negli spot pubblicitari e nei video musicali, prima di intraprendere la carriera nel cinema. Grazie all’amica Nira Park, produttrice di Edgar Wright, ha iniziato a collaborare con questo regista prima per spot pubblicitari e poi per lungometraggi di successo, quali L’alba dei morti dementi (2004), Hot Fuzz (2007) e Scott Pilgrim vs. the World (2010), per il quale Rowland è stato nominato per la miglior scenografia ai Satellite Awards. Ha poi lavorato col regista Joe Cornish, col quale ha realizzato Attack the Block – Invasione aliena (2011) e Il ragazzo che diventerà re (2019). Rowland è inoltre noto per aver collaborato a La fine del mondo (2013) di Edgar Wright, I.T. – Una mente pericolosa (2015) di Jo
hn Moore, Baby Driver (2016) di Edgar Wright e Rocketman (2019) di Dexter Fletcher. Nel 2020 ha ottenuto due nomination per il suo lavoro di scenografo ai British Film Designers Guild Awards, per Rocketman e per Il ragazzo che diventerà re. 

Last Night in Soho
In questo thriller psicologico di Edgar Wright, l’aspirante fashion designer Eloise riesce misteriosamente a tornare indietro negli anni Sessanta, dove incontra un’affascinante giovane cantante, Sandie. Ma il glamour è solo ciò che appare, e i sogni del passato cominciano a crollare e a frammentarsi in qualcosa di molto più oscuro.

La 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia si svolgerà al Lido dall’1 all’11 settembre, diretta da Alberto Barbera.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + tre =