10 minuti

Queste donne incredibili hanno cambiato la storia! Femministe, attiviste per i diritti civili, scienziate, politiche, musiciste, monarche, operatrici umanitarie e tante altre.

Sfoglia la galleria e lasciati ispirare dalle storie di queste incredibili donne.

Amelia Earhart (1897– scomparsa nel 1937) Oltre ad essere una sostenitrice dei diritti delle donne, Amelia Earhart divenne famosa per essere stata la prima donna a sorvolare l’Oceano Atlantico nel 1928.

Anita Garibaldi (1821–1849) Anita Garibaldi era la compagna e moglie del rivoluzionario Giuseppe Garibaldi, il generale che contribuì all’unificazione d’Italia, ed era conosciuta come l’Eroina dei Due Mondi. È considerata un’icona del liberalismo, oltre che una donna forte e coraggiosa.

Anne Frank (1929–1945) ‘Il diario di Anna Frank’ è uno dei libri più letti al mondo. La ragazza scrisse i suoi pensieri e le sue osservazioni mentre si nascondeva, insieme alla famiglia, dalle forze naziste durante la seconda guerra mondiale. È considerata un’icona di forza e resilienza.

Annette Kellerman (1887–1975) Annette Kellerman è stata arrestata per indecenza dopo aver indossato questo costume da bagno in pubblico nel 1907. Ha ispirato molte donne a seguire le sue orme e ha rivoluzionato la moda dei costumi da bagno.

Benazir Bhutto (1953–2007) Leader del partito Pakistan Peoples (1953-2007), Benazir Bhutto fu la prima donna primo ministro di un paese musulmano. È stata assassinata durante una campagna politica.

Carmen Miranda (1909–1955) Maria do Carmo Miranda da Cunha, è nata il 5 agosto 1955. La cantante e attrice luso-brasiliana è stata una pioniera del Tropicalismo, portando la cultura brasiliana nel mondo.

Cleopatra (69 a.C.–30 a.C.) Cleopatra è una delle donne più famose della storia. È stata una grande donna d’affari e stratega militare, parlava sei lingue, ed era educata in filosofia, letteratura e arte.

Eva Perón (1919–1952) Eva Perón è stata un’attrice e leader politica argentina. È diventata la First lady dell’Argentina quando il generale Juan Domingo Perón venne eletto presidente. Per molti, Eva Perón è stata l’unica portavoce della classe lavoratrice argentina.

Gertrude Ederle (1905–2003) Nel 1926, Gertrude Ederle divenne la prima donna ad aver nuotato attraverso la Manica.

Grace Hopper (1906–1992) Il contrammiraglio della Marina degli Stati Uniti fu responsabile della creazione di COBOL, un linguaggio di programmazione ampiamente utilizzato.

Hedy Lamarr (1914–2000) L’attrice hollywoodiana austriaca fu anche responsabile della creazione di un sistema di comunicazione per le forze armate degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. L’invenzione è stata la base per i telefoni cellulari e le reti wireless di oggi.

Jeanne Manford (1920–2013) Jeanne Manford ha sostenuto suo figlio gay durante le marce attiviste nel 1972 a New York City. È diventata un simbolo del movimento LGBTQ.

Giovanna d’Arco (1412–1431) Giovanna d’Arco fu una povera ragazza analfabeta diciassettenne che decise di salvare la Francia dall’invasione inglese. Senza alcuna conoscenza dell’arte militare, persuase un piccolo gruppo di soldati ad unirsi a lei e ottenne il permesso reale di marciare su Orleans e liberare la città dagli inglesi.

Madre Teresa (1910–1997) Madre Teresa era una missionaria cattolica albanese nata nella Repubblica di Macedonia. Venne naturalizzato indiana e fu beatificata dalla Chiesa cattolica nel 2003. Madre Teresa è considerata la missionaria più importante del XX secolo.

Margaret Thatcher (1925–2013) Margaret Thatcher è stata la prima donna a ricoprire la carica di primo ministro in Gran Bretagna. Tra il 1970 e il 1974, venne nominata Segretario di Stato per l’educazione e la scienza durante il governo di Edward Heath.

Mária Telkes (1900–1995) Nel 1948, la Telkes sviluppò la prima casa ad energia solare. Inventò anche il generatore termoelettrico e il dispositivo di raffreddamento.

Marie Curie (1867–1934) Marie Curie era una fisica e chimica polacca a cui era stato negato l’accesso all’istruzione superiore a causa del suo genere. È stata la prima donna a vincere un premio Nobel e la prima a vincere due premi Nobel in diverse aree.

Marina Ginestà (1919–2014) Marina Ginesta fu una militante comunista che lavorò come giornalista durante la guerra civile spagnola. Questa sua foto è diventata una delle più iconiche.

Marina Ginestà (1919–2014) Marina Ginesta fu una militante comunista che lavorò come giornalista durante la guerra civile spagnola. Questa sua foto è diventata una delle più iconiche.

Diana, Principessa del Galles (1961–1997) La principessa è stata ammirata principalmente per il suo lavoro di beneficenza. Ha portato l’attenzione alla lotta contro l’AIDS e la campagna internazionale contro le mine antiuomo.

Isabella del Brasile (1846–1921) Isabella fu l’ultima principessa imperiale del Brasile e reggente dell’Impero in tre occasioni. Fu soprannominata La Redentrice per aver abolito la schiavitù in Brasile.

Saffo (570 a.C.) Tra le prime scrittrici, Saffo fu una poetessa prolifica, un’esponente della poesia lirica greca. Purtroppo la maggior parte dei suoi scritti sono andati persi.

Boadicea (?–c. 60 o 61 d.C.) Boadicea fu una leader britannica, che guidò una rivolta contro le forze di occupazione romane. Nonostante il successo iniziale, alla fine non ebbe la meglio.

Sojourner Truth (1797–1883) La rivista Smithsonian annovera l’abolizionista afro-americano e attivista per i diritti delle donne tra i ‘100 Americani più significativi di tutti i tempi’.

Sojourner Truth (1797–1883) La rivista Smithsonian annovera l’abolizionista afro-americano e attivista per i diritti delle donne tra i ‘100 Americani più significativi di tutti i tempi’.

Mary Pickford (1892–1979) ‘America’s Sweetheart’ è stata una delle attrici più popolari degli anni ’10 e ’20 ed è considerata una delle più grandi star femminili del cinema classico di Hollywood. Ha co-fondato lo studio cinematografico United Artists.

Josephine Baker (1906–1975) La famosa intrattenitrice francese di origine americana ha lavorato come agente di resistenza francese durante la seconda guerra mondiale e in seguito divenne attivista per i diritti civili. È stata la prima persona di colore a godere della celebrità mondiale.

Clara Barton (1821–1912) Un’altra pioniera dell’assistenza infermieristica, Barton fu un’infermiera ospedaliera durante la guerra civile americana. Più tardi fondò la Croce Rossa americana.

Marilyn Monroe (1926–1962) Oltre mezzo secolo dopo la sua prematura scomparsa, l’attrice e cantante americana rimane una delle icone culturali più popolari e riconosciute dell’età moderna.

Mary Shelley (1797–1851) Meglio conosciuta per il suo capolavoro gotico ‘Frankenstein, o il moderno Prometeo ‘(1818), fu anche paladina dei diritti delle donne, e praticava i principi femministi di sua madre estendendo gli aiuti alle donne che la società disapprovava.

Mary Shelley (1797–1851) Meglio conosciuta per il suo capolavoro gotico ‘Frankenstein, o il moderno Prometeo ‘(1818), fu anche paladina dei diritti delle donne, e praticava i principi femministi di sua madre estendendo gli aiuti alle donne che la società disapprovava.

Eleanor Roosevelt (1884–1962) La First Lady è stata molto ammirata per i suoi risultati in materia di diritti umani, compresi i diritti civili degli afroamericani e i diritti dei rifugiati della seconda guerra mondiale.

Eleanor Roosevelt (1884–1962) La First Lady è stata molto ammirata per i suoi risultati in materia di diritti umani, compresi i diritti civili degli afroamericani e i diritti dei rifugiati della seconda guerra mondiale.

Indira Ghandi (1917–1984)Ad oggi, il primo e unico primo ministro femminile dell’India, rimase al potere dal 1966-77 al 1980-84.

Audrey Hepburn (1929–1993) Dopo una brillante carriera nel teatro e nel cinema, l’attrice britannica dedicò gran parte della sua vita a lavorare con il Fondo di emergenza internazionale per l’infanzia delle Nazioni Unite come Ambasciatore di buona volontà dell’UNICEF.

Virginia Woolf (1882–1941) Membro dell’influente gruppo Bloomsbury, la Woolf è considerata una dei più importanti autrici moderniste del XX secolo.

Anna Freud (1895–1982)La primogenita di Sigmund Freud, il fondatore della psicoanalisi, ha seguito il percorso di suo padre ed è considerata uno dei pionieri fondatori della psicologia infantile psicoanalitica.

Jane Addams (1860–1935) Riconosciuta come la fondatrice della professione di assistente sociale negli Stati Uniti, la Addams divenne la prima donna americana ad essere insignita del Nobel per la pace.

Regina Victoria (1819–1901) In carica per 63 anni, la Regina Victoria ha supervisionato il monumentale mutamento industriale, culturale, politico, scientifico e militare del Regno Unito, un periodo storico noto come epoca vittoriana.

Emily Dickinson (1830–1886) Fu una delle più grandi poetesse d’America ed anche una delle meno riconosciute. Solo dopo la morte il mondo letterario riconobbe il suo stile audace e anticonvenzionale.

Coco Chanel (1883–1971) Il suo nome è diventato sinonimo di stile e moda. La Chanel era una stilista e imprenditrice francese. Il suo profumo esclusivo, Chanel No. 5, rimane uno dei marchi più iconici del settore.

Elisabetta I (1533–1603) Durante il suo regno, Elisabetta I d’Inghilterra ha assistito al significativo cambiamento sociale ed economico del paese. Gioì alla sconfitta dell’armata spagnola, che annunciava l’ascesa dell’Inghilterra come una delle grandi superpotenze del mondo.

Aretha Franklin (1942–2018) Recentemente scomparsa, la Franklin è considerata la ‘Regina del Soul’, grazie ai grandi successi come ‘Respect’ e ‘Chain of Fools’. È stata la prima artista femminile ad essere inserita nella Rock and Roll Hall of Fame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.