Celebrata a Roma la XV edizione del Premio “Le Ragioni della Nuova Politica”

L’Alba del Terzo Millennio”, presieduta da Sara Iannone, dedica questa edizione al LXX anniversario della Costituzione italiana, al Tricolore e all’Inno di Mameli.

La Colomba della Civiltà 2017 al professore e avvocato Stefano Crisci

Il Premio “Le Ragioni della Nuova Politica” a Stefano Crisci, avvocato di spicco, esperto di Diritto Amministrativo, magistrato tributario e docente di Economic Constitution, che da sempre è impegnato in lodevoli iniziative finalizzate al sostegno della promozione culturale. Ha ricevuto la Colomba della Civiltà per l’idea illuminata e lungimirante di promuovere la congiuntura fra Diritto, Arte e Scienza considerando il collegamento tra la pratica e la teoretica una simbiosi che tende alla serenità, all’equilibrio e all’eudemonismo.

Tutti i premiati sono stati accolti nella Sala Vanvitelli dell’Avvocatura Generale dello Stato da Massimo Massella Ducci Teri, Avvocato generale dello Stato, che ha ribadito il piacere di “ospitare un premio così importante che vede premiate alcune tra le personalità più importanti della nostra Repubblica”.

Al dare il via alla cerimonia la Banda dell’Esercito italiano che ha eseguito magistralmente tre brani particolarmente significativi della nostra storia e l’inno di Mameli, con la direzione del M° Capitano Antonella Bona, unica donna al mondo a dirigere una banda istituzionale.

La celebrazione come di consueto è stata condotta da Maria Giovanna Elmi, Camilla Nata e Rosanna Vaudetti.

In questa edizione sono stati insigniti Paola Basilone, Prefetto di Roma, che ha ricevuto il Premio dall’Avvocato Massella Ducci Teri, mentre il Prof. Mario Morcellini, Commissario Agcom, già Ordinario alla Sapienza Università di Roma è stato insignito dal Rettore della Sapienza Eugenio Gaudio. L’avvocato Salvatore Catalano è stato premiato da Luigi Giampaolino, mentre Evelina Christillin, Presidente Enit, ha ricevuto il premio dalla senatrice Maria Rizzotti e l’avvocato Stefano Crisci, premiato dal professor Andrea Monorchio, ha ricordato il suo progetto “Diritto, arte e scienza” che consente a chi si occupa di Diritto di sublimarsi avvicinandosi all’arte.

Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore della Difesa, è stato insignito da Gianni Letta; Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte Costituzionale è stato premiato dall’ammiraglio Valter Girardelli, Capo di Stato maggiore della Marina. Corrado Calabrò ha consegnato la Colomba della Civiltà ad Antonio Marzano, Economista di spessore. Il prof. Giuseppe Nisticò ha premiato Graziella Pellegrini, Docente di Biologia applicata. Cosimo Ferri, Sottosegretario di Stato alla Giustizia, è stato premiato dall’Avvocato generale dello Stato Massimo Massella Ducci Teri, mentre Lamberto Dini ha consegnato il trofeo ad Antonio Porsia, Presidente HBG Gaming. Per Franco Frattini, Presidente III Sez. giurisdizionale Consiglio di Stato, Marco Mancini, Capo dipartimento Miur, e Paolo Grossi, Presidente Corte Costituzionale, che non sono potuti intervenire per impegni imprevisti, hanno ritirato il premio rispettivamente l’on Giuseppe Gargani, il prof. Giuseppe Nisticò e Corrado Calabrò.

Inoltre, “L’Alba del Terzo Millennio” ha conferito tre targhe speciali dedicate alla valorizzazione dell’impresa italiana. Una a Marco Malavolta, amministratore di Picenia srl., consegnata da Donatella Zingone, una a Giorgio Heller, presidente della Roma Capitale Investments Foundation, consegnata dal Prof. Vincenzo Sanasi D’Arpe che ha conferito anche quella ad Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione Univerde, per aver ottenuto l’iscrizione dell’Arte del pizzaiolo napoletano nell’elenco del patrimonio culturale immateriale dell’umanità dell’Unesco.

Grande interesse ha suscitato la brillante riflessione sulla Costituzione del professor Cesare Mirabelli; l’artista Pietra Barrasso ha dedicato all’associazione un’opera che rappresenta i valori fondanti della nostra Repubblica che il presidente Iannone ha voluto destinare all’Avvocatura Generale dello Stato consegnandola all’avvocato Massella Ducci Teri. Presenti in sala anche il maestro Luigi Bruno che in occasione del 150smo anniversario dell’Unità di Italia realizzò uno splendido abito e Laura Comi che indossò l’abito.

Infine, il professor Luca Filipponi, presidente della Fondazione “Spoleto festival arte” ha fatto omaggio di un’opera d’arte a questa quindicesima edizione del Premio Le Ragioni della Nuova Politica – “Ondismo made in Italy espanso” dell’artista perugino Tony Raggetti – che il presidente Iannone ha voluto destinare a Giovanna Sorbelli, presidente di Eudonna e che le è stato consegnato da Alessandra Canale.

Tra gli ospiti erano presenti Tiziano Treu; Monsignor Luigi Casolini, monsignor Gervais, Raffaele Tamiozzo, Baldassare Favara, Margherita Boniver, Monsignor Clemente Bobchev, Fausto Capalbo, Giuseppe Faberi, Mario Basili, Oscar Fiumara, Gen. Luigi Longobardi, l’ambasciatore Daniele Mancini con la moglie Annarita, Gianni Ietto, Fabia Baldi, Fabio Verna, Daniela Pacelli, Luigi Tivelli, Alfonso Rossi Brigante, Pietro Lucchetti, Mario Tassone, Giuseppe Valentino, Gen. Gennaro Cuciniello, Maria Ligorio della Fondazione Papa Clemente XI, Angelo Gargani, Fabrizio Mechi, Cosimo Paraggio, Marco Rotondi, Antonino d’Este Orioles.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − due =