Concerto-spettacolo dedicato a Guccini

Un omaggio teatral-musicale a Francesco Guccini

apre il 2017 a Teatri di Vita: “Guccio!”

 

Con Roberto Manuzzi, storico collaboratore del cantante,

Germano Bonaveri, Antonello D’Urso, Valentina Bruscoli e Giuseppe Gandini

 

a Bologna, 13-15 gennaio 2017

 

Il vecchio e il bambino, La locomotiva e tante altre canzoni e storie raccontate da Francesco Guccini rivivono in un concerto teatrale di dedica e omaggio. Ecco“Guccio!”, scritto e diretto da Giuseppe Gandini, in scena con Valentina Bruscoli e una formazione musicale composta da Roberto Manuzzi (per 25 anni collaboratore di Guccini), Germano Bonaveri e Antonello D’Urso. L’appuntamento è a Teatri di Vita (via Emilia Ponente 485, Bologna; tel. 051.566330;www.teatridivita.it), dal 13 al 15 gennaio (venerdì ore 21, sabato ore 20, domenica ore 17).

E domenica, dopo lo spettacolo, è previsto un incontro con la compagnia, condotto da Pierfrancesco Pacoda.

Un’improbabile coppia a un concerto di Guccini nell’anno di grazia 1996. Lui è un fan sfegatato, Lei non lo conosce nemmeno, ma accetta l’invito e va al concerto per assecondare Lui, suo simpatico compagno di università alla Facoltà di Lettere di Bologna. Tra loro non succederà assolutamente nulla, ma dopo il concerto nulla sarà come prima: quello che non accade viene guccinianamente raccontato come assai rilevante (e divertente) per la vita reale. Il tutto intervallato da grandi classici del cantante di Pàvana come “Il Vecchio e il Bambino” e “La Locomotiva”, interpretati da Germano Bonaveri, Roberto Manuzzi (25 anni di tour con Guccini) e Antonello d’Urso

 

Germano Bonaveri è un cantautore bolognese, produttore artistico, autore, arrangiatore e compositore (i suoi album: “Scivola via”, “Magnifico”, “Città invisibili”, “L’ora dell’ombra rossa”). Ha partecipato al Premio Tenco del 2007 come finalista ed è molto apprezzato in Italia ed all’estero. Fondatore insieme a Valeria Sturba del Progetto Euterpe, nato per portare sui palcoscenici dei teatri italiani la lettura delle grandi poesie di tutti i tempi.

Roberto Manuzzi, diplomato in sassofono presso il conservatorio di Bologna e in musica jazz presso il Conservatorio di Adria. Dagli anni ’80 collabora con artisti d’importanza nazionale nel campo del jazz e della musica leggera d’autore. Ha fatto parte per oltre 25 anni (dal 1986 al 2012) del gruppo del celebre cantautore Francesco Guccini partecipando alla realizzazione di 10 tra cd e dvd e a più di 500 concerti dal vivo. Dal 2006 insegna presso il Conservatorio di Ferrara.

Antonello D’Urso, chitarrista, compositore, arrangiatore, produttore artistico, sound engineer, ha co-prodotto vari progetti musicali e collaborato con grandi produttori e musicisti.

Valentina Bruscoli ha partecipato a spettacoli diretti, tra gli altri, da Giancarlo Cobelli, Marco Baliani, Manuela Cherubini. Fonda con Giuseppe Gandini nel 2003 il Teatro degli Inediti di Ferrara. Dal 2004 collabora anche assiduamente con il Teatro di Rifredi di Firenze, dove partecipa anche ad alcuni spettacoli per ragazzi diretti da Angelo Savelli. Per la televisione partecipa, tra altri progetti, a “Gino Bartali”, “Terapia d’urgenza”, “Medico in famiglia”.

Giuseppe Gandini, ferrarese, vive e lavora a Roma dal 1993. Dal 1991 ad oggi lavora a teatro in una trentina di spettacoli. Vince due Nastri d’Argento, uno nel 1995 come migliore regia per il cortometraggio “Il mito della realtà” e un altro nel 1999 come attore non protagonista per “La Cena” di Ettore Scola. Oltre a questo film, partecipa a “La meglio gioventù” di Marco Tullio Giordana, “Fortezza Bastiani” di Mellara-Rossi, “Febbre da fieno” di Laura Luchetti, “Mangia Prega Ama” di Ryan Murphy a fianco di Julia Roberts e Javier Bardem.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − nove =