1 minuto

Dopo quasi un mese di restrizioni, zone rosse e chiusure di scuole e attività imposte dal coronavirus, l’inquinamento nel nord Italia è decisamente calato. I livelli di biossido di azoto, un marcatore dell’inquinamento, si sono ridotti chiaramente come mostrano le immagini del satellite Sentinel 5 del programma europeo Copernicus, gestito da Commissione Europea e Agenzia Spaziale Europea (Esa). Le foto sono state pubblicate su Twitter da Santiago Gassò, ricercatore dell’Università di Washington e della Nasa.

Anche in Cina si era registrato un fenomeno simile: gli scienziati della NASA e dell’ESA avevano notato un deciso calo del biossido d’azoto, a seguito della chiusura forzata delle attività lavorative, dei trasporti e delle aggregazioni sociali dovute all’epidemia di COVID-19. (HuffPost.it)

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × cinque =