La ballata del Sindaco Pescatore diventa canzone grazie a Vittorio Merlo

 

All’incontro presenti Ettore Bassi, Dario Vassallo, Renato Marengo, Azzurra Ariè

14 gennaio: presso gli storici Trafalgar Studios di Roma è stato presentata, davanti ad un pubblico molto coinvolto, La ballata del Sindaco Pescatore, la canzone che Vittorio Merlo ha scritto per ricordare Angelo Vassallo, meglio noto come “Il Sindaco Pescatore”, sindaco ucciso per mano della Camorra nel 2010. Era presente il fratello Dario, autore del libro Il Sindaco Pescatore che ha ispirato anche il monologo interpretato da Ettore Bassi, presente in sala assieme a Vittorio Merlo e a Massimo e Dario Vassallo. Una presentazione intensa e appassionante, ricca di momenti di entusiasmo e di una straordinaria voglia di guardare al futuro dei nostri figli. Nella convinzione che, come ha detto Dario Vassallo, “Un Sindaco è tale non solo quando riesce a costruire un ponte, ma anche quando riesce a costruire una comunità.” A condurre l’incontro Renato Marengo, giornalista e produttore che ha prima di tutto ricordato come la canzone sia il contributo di un grosso lavoro di sensibilizzazione in cui “Il giusto riconoscimento che sarebbe dovuto venire dalla politica, è arrivato invece felicemente dal mondo della cultura e dello spettacolo.” Era anche presente Azzurra Ariè produttrice per Solaris Media della fiction (regia di Maurizio Zaccaro, musiche di Raiz degli Almamegretta), a sua volta tratta dal libro e dedicata a questa splendida e romantica figura di Sindaco e uomo civile, interpretata da Sergio Castellitto. A breve su Rai 1. Intenso e commovente anche il contributo di Ettore Bassi che ha raccontato la propria esperienza come protagonista del Monologo, attualmente in giro per l’Italia, per la coraggiosa e visionaria regia di Enrico Maria Lamanna, l’adattamento teatrale di Edoardo Erba e le musiche di Pino Donaggio. Tutti animati dalla gran voglia di raccontare questa storia. Un monologo in cui Bassi tiene la scena dal primo momento all’ultimo. “Il monologo è uno spettacolo più agile, che si muove più facilmente, può essere ospitato dai teatri ma anche dalle scuole. No ci sono insomma alibi: diventa più facile andare a proporre e raccontare una storia tanto intensa.”
“Con questa canzone – ha spiegato Vittorio Merlo – ho voluto ricordare una figura esemplare di “bella politica”, di quelle che sono fondamentali per la vita di un Paese proprio per l’importantissima lotta per la legalità e il rispetto del territorio che portano avanti.” Il brano, che sa omaggiare con garbo anche la poesia del grande De André, sarà presentata assieme ad un videoclip realizzato con alcune delle toccanti immagini di repertorio tratte dalla vita di Angelo. Il ricavato proveniente dalle vendite del CD e dai download sarà versato alla “Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore”, l’istituzione creata dai fratelli di Vassallo in memoria sua e dei valori da lui tanto tenacemente promossi.

Eletto per ben tre volte Sindaco del proprio paese, Angelo Vassallo era un uomo semplice che amava la sua terra, il suo porto e il suo mare. Angelo è stato assassinato probabilmente dalla Camorra con sette colpi di pistola per strada mentre tornava a casa con la sua auto il 5 settembre 2010.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 10 =