RAI: OLTRE DUE MILIONI DI SPETTATORI PER LA PRIMA DELLA SCALA

Un grande successo sul palcoscenico, un grande successo negli ascolti tv: l’Andrea Chénier di Umberto Giordano che ha inaugurato ieri la stagione del Teatro alla Scala e che Rai Cultura ha proposto su Rai1 è stato visto – dalle 17.59 alle 20.57 – da 2 milioni 77 mila spettatori con uno share dell’11.1 per cento.

È un dato di cui sono particolarmente orgoglioso – dice il Direttore Generale della Rai, Mario Orfeo – perché premia il nostro impegno concreto di servizio pubblico a favore della cultura e perché crediamo nel dovere di dare strumenti al pubblico per esplorare territori nuovi, come per alcuni può essere la lirica. Anche con un’opera non “facile” come l’Andrea Chénier, che il Maestro Riccardo Chailly e il regista Mario Martone, insieme agli interpreti, hanno contribuito a svelare per il capolavoro che è. A loro va il mio ringraziamento, come pure ai direttori di Rai1 Angelo Teodoli e di Rai Cultura, Silvia Calandrelli. Ma il mio grazie è anche per i lavoratori della Rai che hanno dimostrato ancora una volta la loro grande professionalità. È un successo che condividiamo con la Scala alla quale siamo stati e saremo ancora vicini, in un impegno comune per la musica e la cultura”.

Il picco di ascolto è stato alle 20.43 con 2 milioni 556 mila spettatori, mentre quello di share è stato del 15.61 per cento alle 17.59, all’inizio dell’opera.

I contatti hanno superato gli undici milioni (11 milioni 2 mila), con una permanenza media di 34 minuti.

Molto seguita anche la presentazione dell’Andrea Chénier, condotta da Milly Carlucci e Antonio Di Bella con Stefania Battistini: 1 milione 943 mila spettatori e uno share del 15.43 per cento.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + 10 =