Ultime Notizie

Intervista a Paolo Baldani

di Emanuela Del Zompo.

 

Ciao Paolo! Benevnuto su Voce Spettacolo. Ci racconti come fai a conciliare il tuo lavoro in BNL con il mondo dello spettacolo?

La passione per lo spettacolo probabilmente è nel mio Dna, forse proprio per questo sono riuscito a coltivarla, negli anni dell’università, e a conservarla nel tempo, condividerla con i miei amici, con mia moglie e mia figlia e, soprattutto a conciliarla con il lavoro di funzionario e, oggi, di Presidente del CCRS BNL.

Perchè hai scelto Telethon?

Quando la Banca alla fine degli anni Ottanta sposò la causa di Telethon, divenne per me possibile coniugare questa passione con la solidarietà. Telethon è una causa importante perché catalizza risorse per lottare contro le malattie genetiche e trova fondi per la ricerca altrimenti difficili da individuare e trascina nella passione per la solidarietà.

Come scegli i testi e come ti rapporti con gli attori.

Fare teatro è un’esperienza importante. I testi fanno parte del progetto, possono variare a seconda delle personalità degli interpreti, ma nella mia esperienza sono solo uno strumento per coinvolgere i colleghi attori e trasformare gradualmente quella che inizialmente è una competenza inespressa in un talento sempre più maturo. Questo talento, che riconosco a tutti gli attori che con me lavorano in BNL – mi piace sottolinearlo – si sviluppa senza dimenticare lo spirito amatoriale da cui è nato, e quindi mantiene valori che considero essenziali, in particolare l’impegno abbinato all’umiltà, il rigore che non trascura l’allegria.

Quindi le rappresentazioni teatrali consentono di ricavare fondi destinati al sociale?

C’è una cadenza annuale. Il desiderio di far evolvere queste opportunità, dar loro un senso artistico compiuto, mi ha spinto a sperimentarmi come regista fino ad oggi per poi diventare in un certo senso impresario teatrale della solidarietà, tanto da convogliare su Telethon grazie a questi appuntamenti centinaia di migliaia di euro di beneficenza.

Sei anche regista.

Credo sia un’evoluzione naturale dell’esperienza di attore sul palcoscenico ma è diventata di sicuro un buon meccanismo per conciliare, arte, lavoro, passione, impegno civile.

 

Credits: Emanuela Del Zompo.

Sponsored by

             Joliment

 

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 3 =